14 Agosto - Sagra de la Pasta casereccia e de lu Porcu PRI PRI - Montesardo

  1. Salvese
    Salvese Member
    Registrato:
    13 Agosto 2012
    Messaggi:
    22
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Sagra de la Pasta casereccia e de lu "Porcu PRI PRI"

    Montesardo (Alessano) 14 Agosto 2012

    Montesardo, la Terra del pane dei Messapi, con i suoi 187 metri di altitudine è la località posta più in alto della provincia di Lecce.
    Paese, antichissimo, detto dai romani "MONS ARDUS" e così segnato nella tavola itineraria della via Traiana che vi passava e che fu fatta nei primordi del II secolo cristiano, fu nel suo complesso una fortezza che il Castello completava quale formidabile vedetta, la più prominente in questo corno sud orientale della penisola salentina.
    Dopo la caduta dell' Impero Romano fu sempre utilizzata come fortezza, grazie ai suoi possenti bastioni e ad una solida cerchia di mura, intervallate da torri, nelle quali si aprivano quattro porte: Porta la Terra, Porta Nova, Porta Castello e Porta Lo Chiuso.
    A Montesardo hanno vissuto illustri personaggi che si fecero onore in Italia e anche in Europa. Sono Francesco Antonio Mazzapinta, maestro di scienze, Orazio Mazzapinta, magistrato alla corte di Napoli, Bellisario Balduino, vescovo di Larino.
    Girolamo Melcarne, celebre musicista che ha ispirato il famoso Festival di musica antica, a partire dal 2000.
    Sagra de la Pasta casereccia e de lu "Porcu PRI PRI"

    Giunta alla sua XIV edizione, sicuramente una delle più vecchie e più visitate della provincia di Lecce, È organizzata dall'Associazione Pro Montesardo ìSagra de lu porcu pri priî, in un connubio che vuole fare della cultura dell'integrazione e del coinvolgimento della comunità, un esempio da esportare. I cittadini di Montesardo Vi attendono il 14 agosto per riscoprire insieme sapori e profumi del salento, Terra de lu sule, lu mare e lu ientu, e nel contempo gustare il piacere della convivialità e della ospitalità. La manifestazione enogastronomica, che ha il patrocinio del Comune di Alessano e a cui è collegata la Mostra dell'Artigianato del Capo di Leuca, è una delle poche le cui peculiarità sono rimaste inalterate nel tempo.
    La Sagra mobilita le donne impegnate nella preparazione delle pietanze e i tanti volontari nell'organizzazione degli stand, dove migliaia di turisti troveranno i piatti più gustosi della cucina della nonna.
    Quest'anno si balla e si canta con il gruppo musicale "Indiano Salentino". Nel 60 anniversario, i fondi raccolti verranno destinati al restauro della colonna di S. Antonio che fu eretta nel 1952, al centro della villa Comunale, punto di incontro di tutte le generazioni del paese. Fu il Comitato festa, in collaborazione con la confraternita di Sant'Antonio ed insieme a tutta la comunità e al parroco, Don Vincenzo Martella, a volere fortemente questo monumento. È alta 13 metri e poggia su un basamento in pietra. Essa proveniva da Carrara e giunse in treno fino a Gagliano del Capo, poi fu condotta in paese con il carretto di Angelo Marchese. Si racconta di un viaggio senza soste nè fatiche in virtù di una sbalorditiva leggerezza, nonostante la statua, in marmo, avesse un peso di 16 quintali.
    Da allora idealmente abbraccia tutta la comunità profondamente devota al Santo Patrono.
    E AUGURA A TUTTI BUON APPETITO!
     
  2. beppe di feletto
    beppe di feletto Member
    Registrato:
    22 Aprile 2012
    Messaggi:
    23
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    porcu pri pri

    bella sagra ma non si può restare senza porchetta e salsiccia e poi a rotazione sformati e dolci alle 21.45 la pasta dalle 22.30 era in bianco segno di un grande successo ma anche di un'errato calcolo dell'affluenza,io sono riuscito a mangiare qualcosa ma sono tanti quelli che sono andati via a pancia vuota.Positiva l'eco sostenibilità della festa,il gruppo di alto livello,gentilezz dei tanti volontari che si sono prodigati l'unico neo putroppo molto importante è quello già descritto