16/05/2013 - Ufficio Postale di Morciano di Leuca. Richiesta rimozione barriere architettoniche.

  1. opposizione
    opposizione Well-Known Member
    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    93
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    [FONT=tahoma,arial,helvetica,sans-serif]16/05/2013 - Ufficio Postale di Morciano di Leuca. Richiesta rimozione barriere architettoniche.

    [/FONT]

    POSTE ITALIANE S.P.A.
    V.le Europa, 190
    00144 Roma (RM)

    ASL Lecce
    Largo Cotignola
    73039 Tricase (LE)

    Al Sindaco
    Di Morciano di Leuca
    Avv. Giuseppe Picci
    Sede Comunale

    Al Responsabile
    Dell’Ufficio Tecnico
    Arch.Caterina De Benedittis
    Sede Comunale
    [FONT=tahoma,arial,helvetica,sans-serif]
    OGGETTO: Ufficio Postale di Morciano di Leuca. Richiesta rimozione barriere architettoniche.
    [/FONT]

    [FONT=tahoma,arial,helvetica,sans-serif]
    Il sottoscritto Durante Luca, in qualità di capogruppo di “Uniti per Morciano”, rileva una situazione che si protrae ormai da diversi anni e che si configura come un comportamento decisamente discriminatorio.

    Il locale ufficio postale di Morciano di Leuca, sito in via A. De Gasperi, frequentato oltrecchè dai cittadini anche da innumerevoli turisti nel periodo estivo, costituisce – nell’incuranza generale – un emblematico esempio di impedimento alla libera fruibilità degli spazi pubblici a persone affette da disabilità.

    La presenza di un primo gradino per accedere al cortile dell’ufficio, una seconda rampa di scale, l’assenza completa di uno scivolo e non da ultimo la presenza di una porta d’accesso all’ufficio di dimensioni di gran lunga inferiori a quelle necessarie per consentire il passaggio ad una sedia a rotelle, costituiscono un deterrente per qualsiasi persona diversamente abile che debba recarsi presso l’ufficio.

    Appare paradossale che siano passati veramente moltissimi anni dall’entrata in vigore non solo del DPR 384/78, ma anche dalla legge 49/86 che prescriveva per gli edifici pubblici già esistenti l’obbligo di adottare entro un anno i cc.dd. P.E.B.A. (Piani di eliminazione delle Barriere Architettoniche) e nessuno vi abbia mai provveduto.

    E’ inaudito per qualsiasi essere umano - senza vedere offesa e calpestata la propria dignità - affidare la possibilità di svolgere le più elementare commissioni al buon cuore dei presenti, pronti magari a dare una mano per potervi accedere. L’umiliazione della propria condizione e del proprio bisogno di aiuto a volte può essere così forte da far desistere quella persona da ogni iniziativa, condannandola pian piano a quell’isolamento che oggi suona veramente come una nota stonata e anacronistica.

    Pertanto, al fine di rimuovere tale inaccettabile situazione,
    [/FONT]

    [FONT=tahoma,arial,helvetica,sans-serif]
    CHIEDO

    [/FONT]
    [FONT=tahoma,arial,helvetica,sans-serif] ai soggetti destinatari, ciascuno per quanto di propria competenza, un intervento immediato per l’abbattimento delle barriere architettoniche dell’Ufficio postale di Morciano di Leuca, riportando tale incresciosa situazione nel sentiero della legittimità, della civiltà e, soprattutto, del rispetto della dignità umana.

    Si precisa che nel caso in cui non si provvederà a quanto richiesto, non esiterò ad attivare le procedure previste dalla legge 67/06, a tutela di ogni atto discriminatorio nei confronti del disabile, per il tramite dei soggetti legittimati di cui all’art.4 del testo normativo ora richiamato. [/FONT]

    [FONT=tahoma,arial,helvetica,sans-serif]
    Con osservanza.

    [/FONT]

    [FONT=tahoma,arial,helvetica,sans-serif]Morciano di Leuca, 15/05/2013
    [/FONT]


    Il Capogruppo di Uniti per Morciano

    Luca Durante
     
  2. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.379
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Morciano di Leuca, l'Ufficio postale resta inaccessibile alle persone disabili“ Potrebbe interessarti: http://www.lecceprima.

    Morciano di Leuca, l'Ufficio postale resta inaccessibile alle persone disabili

    MORCIANO DI LEUCA - Gli uffici postali di Morciano di Leuca, siti in via Alcide De Gasperi, rimarranno inaccessibili alle persone disabili. Nonostante le numerose segnalazioni, tra cui quella dell'associazione di volontariato “Insieme per i disabili” di Alessano, è questa l'incredibile posizione di Poste Italiane, secondo cui i vincoli strutturali e urbanistici di questa sede non permettono la realizzazione di interventi edili sulle strutture. Così è, se vi pare.

    La singolare proposta di Poste Italiane, per aggirare il disagio, è quella di attivare un servizio a chiamata "che consenta di segnalare la propria presenza all'esterno e di essere assistiti dal personale per lo svolgimento delle operazioni richieste".

    «È vergognoso – commenta Luigi Russo, presidente dell'associazione “Insieme per i disabili” – impedire in un luogo pubblico come l'ufficio postale, l'autonomia delle persone disabili, costrette a chiedere aiuto ai passanti per inviare una raccomandata o pagare una bolletta. L'inclusione parte innanzitutto dalla quotidianità e dal libero accesso agli spazi pubblici».

    Nonostante siano passati molti anni dall’entrata in vigore non solo del Dpr 384/78, ma anche dalla legge 49/86 che prescriveva per gli edifici pubblici già esistenti l’obbligo di adottare entro un anno i cosiddetti Piani di eliminazione delle barriere architettoniche), nessuno ha mai provveduto ad eliminare un primo gradino per accedere al cortile dell’ufficio e una seconda rampa di scale. Alla totale assenza di scivoli, inoltre, si aggiunge la presenza di una porta d’accesso all’ufficio di dimensioni di gran lunga inferiori a quelle necessarie per consentire il passaggio ad una sedia a rotelle.

    Oltre alla denuncia dell'associazione, c'è poi una lettera del capogruppo comunale di "Uniti per Morciano", Luca Durante, in cui ha sottolineato il "comportamento decisamente discriminatorio" delle Poste. Nel testo, si chiede "un intervento immediato per l’abbattimento delle barriere architettoniche dell’Ufficio postale", riportando "tale incresciosa situazione nel sentiero della legittimità, della civiltà e, soprattutto, del rispetto della dignità umana".

    Non si è fatta attendere la risposta dell'azienda, che, come sottolineato in apertura, ha chiarito l'impossibilità di interventi sull'ufficio esistente: "Ci preme rilevare che l'attenzione alle persone diversamente abili rappresenta per Poste Italiane un valore che ha trovato riscontro nella progettazione e nella realizzazione dei nuovi uffici postali oltre che negli interventi realizzati nelle sedi tradizionali".

    "Purtroppo - si legge - in molte sedi storiche, sono presenti vincoli strutturali o urbanistici che ostacolano o addirittura impediscono del tutto la realizzazione di interventi edili sulle strutture, anche se queste interessano lo spazio esterno agli uffici, come nel caso dell'ufficio di Morciano di Leuca, dove il notevole dislivello tra la sede stradale e il piano di calpestio dell'ufficio postale è tale da non consentire la realizzazione di una rampa al servizio dei diversamente abili".

    "Pertanto - concludono da Poste italiane -, si sta provvedendo ad installare un pulsante di chiamata, opportunamente segnalato e facilmente accessibile, che consenta di segnalare la propria presenza all'esterno e di essere assistiti dal personale per lo svolgimento delle operazioni richieste".

    Fonte: Articolo Lecce Prima (Morciano di Leuca, l'Ufficio postale resta inaccessibile alle persone disabili)
     
  3. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.379
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Accesso dei disabili all'ufficio postale, la questione al ministero del Lavoro

    Teresa Bellanova, del Pd, interviene sulla situazione segnalata ieri dall'associazione Insieme per i disabili: "L'abbattimento delle barriere architettoniche è un fatto di civiltà, a Milano come a Morciano di Leuca

    LECCE - “Quando ho letto la risposta di Poste Italiane, quasi non volevo crederci. Ma come, a Morciano un diversamente abile non può ritirare la sua raccomandata o effettuare il suo versamento perché l’Ufficio è privo degli accessi necessari, e le Poste come soluzioni immaginano un campanello e un citofono per un servizio a chiamata? L’abbattimento delle barriere architettoniche è un fatto di civiltà, a Milano come a Morciano, una civiltà peraltro resa obbligatoria per legge, che impone in ogni restauro e in ogni ristrutturazione di uffici pubblici gli accessi per i diversamente abili”.

    Così Teresa Bellanova, parlamentare pd del Salento, ha descritto nero su bianco la situazione dell’Ufficio Postale di Morciano denunciata dall’associazione Insieme per i disabili, investendo della questione direttamente il Ministero del Lavoro.

    “Da quanto emerge sulla stampa”, scrive la parlamentare nell’interrogazione presentata stamane, “ai numerosi atti di denuncia pubblica l’azienda Poste Italiane avrebbe risposto sottolineando che in molte sedi storiche sono presenti vincoli strutturali o urbanistici che ostacolano o addirittura impediscono del tutto la realizzazione di interventi edili sulle strutture, anche se queste interessano lo spazio esterno agli uffici, come nel caso dell'ufficio di Morciano di Leuca, dove il notevole dislivello tra la sede stradale e il piano di calpestio dell'ufficio postale è tale da non consentire la realizzazione di una rampa al servizio dei diversamente abili. Informando sull’installazione di un pulsante di chiamata, opportunamente segnalato e facilmente accessibile, tale da consentire di segnalare la propria presenza all'esterno e di essere assistiti dal personale per lo svolgimento delle operazioni richieste".

    E commenta: “Non entro nel merito del progetto di restauro, dico solo che per legge è obbligatorio consentire l’accesso ai diversamente abili negli uffici pubblici. E questo è quanto Poste Italiane deve fare. Non esporre le persone al disagio, limitandone la libertà e obbligandole a dipendere da terzi, ma consentire a tutti di poter usufruire di un servizio”.

    Per questo, la sollecitazione del Ministro di un intervento urgente, “convocando la società Poste Italiane per addivenire ad una soluzione per l’ufficio postale di Morciano di Leuca che non sia lesiva della dignità e della libertà delle persone con disabilità”.


    Fonte LeccePrima: Accesso dei disabili all'ufficio postale, la questione al ministero del Lavoro
     
  4. opposizione
    opposizione Well-Known Member
    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    93
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Articolo Paese Nostro Novembre 2013

    Articolo Paese Nostro Novembre 2013

    [​IMG]


    [​IMG]

    [​IMG]
     

    Files Allegati:

    • pag 3.jpg
      pag 3.jpg
      Dimensione del file:
      379 KB
      Visite:
      483
    • pag 2.jpg
      pag 2.jpg
      Dimensione del file:
      382,4 KB
      Visite:
      526
    • pag 1.jpg
      pag 1.jpg
      Dimensione del file:
      236,4 KB
      Visite:
      503
  5. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.379
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    le soluzioni ci sono, non si vogliono spendere i soldini ...

     
    Ultima modifica di un moderatore: 18 Giugno 2016
  6. capodileuca
    capodileuca Utente
    Registrato:
    27 Dicembre 2002
    Messaggi:
    414
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Finalmente risolta l'annosa questione!
    Qualche giorno fa è stato inaugurato il nuovo ufficio postale!
    Ogni tanto una buona notizia per la nostra comunità!
    :)
     

Condividi questa Pagina