Bergougnoux A Lecce per tornare fenomeno

  1. RedVar
    RedVar Well-Known Member
    Registrato:
    13 Agosto 2009
    Messaggi:
    68
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Bergougnoux fa parte della categoria di giocatori destinati prematuramente a carriere folgoranti che poi si rivelano contorte e cadenzate da continue ripartenze. Come quella con il Lecce, che ha chiuso a sorpresa la trattativa, facendogli firmare un triennale. Bergougnoux era l’emblema della formazione francese vincente, lanciato dal club della sua città, il Lione con cui esordì nella massima serie nel 2001, a 18 anni. Premesse supportate da una ventina di convocazioni con l’Under 21. L’annata migliore è stata quella del 2004-05: 24 gettoni, quattro reti e soprattutto prestazioni coperte di elogi. Ma alle sue spalle c’era già un ragazzino terribile che chiedeva spazio: un certo Benzema. Forse anche per questo Bergougnoux è stato pregato di trovarsi un nuovo club. Il Tolosa se lo assicurò nel 2005 per tre milioni di euro. Un investimento ricambiato con performance altalenanti e un bottino di soli 6 gol nelle due stagioni da titolare. Poi, la discesa agli inferi sfiorando la zona retrocessione. «Ho mollato mentalmente», spiegò a fine stagione Bergougnoux, rivelando il suo principale punto debole. L’anno scorso poi, il francese è stato oscurato dai 24 gol di Gignac, capocannoniere in carica. E il Tolosa lo ha scaricato. Se non avesse fatto il giocatore, Bergougnoux avrebbe provato a fare l’attore. E l’ex compagno di squadra Batlles lo predestinava ad una carriera hard. Male che vada.

    Fonte: Yahoo! Eurosport