Casarano - San Giovanni Elemosiniere 2007

  1. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.379
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    CASARANO – FESTA DI SAN GIOVANNI ELEMOSINIERE

    Con l'inizio del nuovo anno, ritorna la ricorrenza religiosa più venerata dai Casaranesi con i festeggiamenti in onore di San Giovanni Elemosiniere, patrono della città, in programma il 23 gennaio. Questo appuntamento invernale è sostanzialmente di carattere liturgico e prevede, in Chiesa Madre, lo svolgimento del settenario di preparazione alla festa con la recita del Rosario e della Santa Messa alle ore 17 e, al termine, il canto della "Coroncina" al Santo accompagnata dalla benedizione con la Santa Reliquia. Per il giorno di festa, le Messe solenni nella Matrice saranno due, la prima alle ore 8 e la seconda alle ore 18.30, presieduta, quest'ultima, da Mons. Decio Merico, canonico e parroco della Cattedrale di Nardò e già arciprete della Città. Nelle altre parrocchie e chiese cittadine, le Messe in onore del Santo patrono saranno secondo l'orario consueto. La tradizionale processione si snoderà dalla Chiesa madre alle ore 17 e percorrerà il seguente itinerario: Chiesa, P.zza Garibaldi, P.zza San Pietro, P.zza Indipendenza, Via Matino, Via Galliano, Via San Martino, Via Bologna, Via Parente, Via C. Preite, Via Rossini, Via Pancaldo, V.le Stazione, Via Principe di Napoli, P.zza Umberto I, Via Roma, P.zza Diaz, Chiesa. Ci sarà l'esibizione del Concerto bandistico cittadino "E. Romano" e a fine serata una fiaccolata pirotecnica eseguita dalla ditta Cav. Dario di Matino chiuderà la festa. Intanto, il comitato festa sta ultimando la raccolta fondi tra le abitazioni contestualmente alla capillare diffusione di volantini e locandine con il programma dei festeggiamenti. Anche quest'anno, si rinnoverà la consuetudine di premiare la miglior strada addobbata, durante il passaggio della Processione e ci si aspettano, quindi, grosse sorprese nei vari rioni interessati.
    La festività del 23 gennaio è una delle più antiche di cui si fa memoria in città. Già in alcune cronache del 1600 si fa accenno a tale ricorrenza, considerata anche “festa dell’Università”, ossia festività civile. Nel secolo successivo, i festeggiamenti civili si disgiungono da quelli religiosi così da arrivare alla ricorrenza della terza domenica di maggio che, però secondo recenti studi, coinciderebbe con un miracolo del Santo, avvenuto il 17 maggio 1715. Sul piano liturgico, il 23 gennaio gode di particolari privilegi come, ad esempio, la recita dei primi vespri già dalla sera della vigilia e la precedenza di celebrare la S. Messa del Santo rispetto a quanto previsto dal Calendario universale. Anche quest'anno sarà assicurata la distribuzione dei "panitteddhri" di San Giovanni, una sorta di piccoli panetti biscottati, poco più grandi di un bottone che sono benedetti durante le celebrazioni liturgiche di San Giovanni. Ogni famiglia casaranese conserva gelosamente il suo panetto per poi tirarlo fuori durante le giornate di maltempo. Qualcuno potrebbe pensare che si tratti di credenze superstiziose, ma i Casaranesi, devoti al loro Santo, sono convinti dell'infallibilità del panetto, tant'è che ogni anno i piccoli manufatti, prodotti in quantità notevole, si esauriscono in breve tempo.
    E' chiaro che non è il pane a compiere il "miracolo", ma l'intercessione del Patrono che, da queste parti, è invocato contro i temporali. Per ottenere un buon "funzionamento" del panetto, è necessario accompagnare l'esposizione con una preghiera in dialetto che così recita: «Azzate San Giuvanni meu e nnu ddurmire, ca sta biscia tre sciere, una sciere e una vinire: una te acqua, una te jentu e una te nnu bruttu maletiempu». La Chiesa locale riconosce ed incentiva la pratica del pane di San Giovanni, ma prende le opportune distanze dalle credenze popolari che ruotano intorno alla mitra del Santo. Si racconta, infatti, che l'eventuale caduta all'uscita della processione sia segno dell'arrivo della "malannata".

    Comitato Feste per i festeggiamenti di San Giovanni Elemosiniere a Casarano
     

Condividi questa Pagina