Concorso Lirico Nazionale 2006 - Morciano di Leuca

  1. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.379
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Concorso Lirico Nazionale 2006 - Morciano di Leuca

    Riporto un articolo di "Qui Salento" di Maggio 2006 pag. 92

    Articolo qui Salento Concorso Lirico Nazionale 2006::
    [​IMG]
    99,28KB

    per ulteriori informazioni

    http://www.torrevado.info/lirica2006/

    Saluti
     
  2. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.379
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Articolo su "Euromediterraneo" diretto da Elio Ricchiuti anno VI n. 90/7
    1 - 15 Maggio 2006 Pag 9

    Morciano - Concorso Lirico Nazionale "Terra di Leuca" :
    [​IMG]
    75,46KB

    Ciao
     
  3. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.379
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Articolo " Il Gallo" riferimento Sito (in fondo alla pagina il link di riferimento)

    Ugole d'oro, fatevi avanti!

    Giovedì, 11 Maggio 2006 - 18:49
    Sono aperte fino al 3 giugno le iscrizioni per la II edizione del Concorso Lirico Nazionale “Terra di Leuca”, organizzato dal Comune di Morciano di Leuca e dall’Assessorato al Turismo e Spettacolo della Provincia di Lecce.
    Quest’anno la direzione artistica è stata affidata all’infaticabile signora Annemette Schlosser-Bernardelli, personaggio noto nell’ambiente musicale per i numerosi e personalissimi allestimenti teatrali creati in Italia e all’estero, dei quali ella cura in prima persona ogni dettaglio, dalla regia alla scenografia alla scelta degli interpreti, con certosina meticolosità. Nella generale penuria di gratificazioni lavorative per i giovani musicisti, Annemette ha pensato bene di premiare i vincitori del concorso con un vero e proprio ingaggio per la messa in scena de “Il trionfo dell’onore” di Alessandro Scarlatti, opera barocca che debutterà il 20 agosto prossimo in seno al prestigioso Festival “Arte in Parabita” diretto da Michele Placido e sarà replicata il 26 agosto a Leuca Piccola (Barbarano). Concertatore e direttore dell’opera sarà il maestro Valerio De Giorgi, docente nel Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce. Per tale motivo durante la serata finale del concorso, che avrà luogo il 18 giugno, i candidati dovranno eseguire anche brani tratti dall’opera suddetta. I dettagli del regolamento sono reperibili sul sito www.torrevado.info/lirica2006. Nonostante fervano i preparativi, la signora Annemette ha trovato il tempo per rispondere a qualche domanda con il suo inconfondibile accento tedesco e la giovialità che da sempre la contraddistingue.

    Signora Bernardelli, quanto è importante un concorso di canto nella carriera di un cantante lirico?
    “Credo che un concorso debba essere gestito con grande serietà. Non deve accadere che gli eliminati - una bruttissima parola, che odio - vadano a casa intristiti sentendosi sconfitti. E’ invece molto importante che ottengano una verifica costruttiva elaborata con cura da parte della commissione. Perciò siamo felici di avere tra i membri della giuria due cantanti di chiara fama, Amelia Felle, cantante che vanta una carriera a livello mondiale ed ora preziosa docente per il repertorio liederistico al Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, e Giovanni Guarino, anch’egli un baritono importante e docente di Arte Scenica al Conservatorio di Monopoli. Pertanto per gli esclusi il concorso sarà un’occasione ulteriore per migliorare, mettendo a fuoco eventuali lacune, e - chissà - magari ripresentarsi l’anno prossimo per poter far parte del cast di una nuova opera. Finora ho parlato dei cantanti che se ne andranno dopo la prova eliminatoria, perché sono forse proprio quelli che mi stanno più a cuore. Per i vincitori credo sia molto utile poter misurare le loro forze nell’ambito di una messa in scena, sentirsi solisti con tutte le gioie e tutte le difficoltà, lavorare sodo per ottenere un risultato che non faccia piacere soltanto a loro, bensì alla gente che li vedrà e sentirà”. La Puglia è patria di grandi musicisti, da Paisiello a Nino Rota a Tito Schipa. Secondo lei, la pubblica amministrazione sostiene a sufficienza i talenti locali? E in Germania come stanno le cose? “Mi dispiace, ma credo che la pubblica amministrazione non faccia abbastanza. Dipendiamo troppo dal singolo amante della musica, che abbia voglia di intraprendere un discorso costruttivo ed investire nei giovani cantanti. Dato che abbiamo ottimi talenti, in Puglia e altrove, dovremmo sostenere con forza i giovani, creare loro più spazi per potersi esibire, e non osservare inerti la loro fuga dall’Italia. In Germania, non dico che non ci siano delle difficoltà, ma è sicuro che la musica ha una valenza molto superiore nella vita quotidiana della gente. Basta constatare che qualsiasi piccolo paese ha un coro che affronta dei repertori importanti, dalla “Passione secondo Matteo” di Bach al “War-Requiem” di Britten. Ci sono anche tante piccole compagnie come il mio “Mimus minuscolo Musiktheater” che mettono in scena delle opere da camera, purtroppo sempre con fatica per i famosi quattrini che mancano ovunque, ma secondo me ci riescono meglio di noi”. Ci sono buone possibilità affinchè il concorso Terra di Leuca diventi negli anni un punto di riferimento per il territorio salentino? E per l’Italia? “Non le nascondo che un’impresa come il nostro concorso rappresenta uno sforzo enorme per un Comune dalla grandezza di Morciano di Leuca. Perciò è molto lodevole la volontà del sindaco Picci e dell’assessore alla Cultura, Fasto, di offrire alla gente un ulteriore prodotto di qualità correlato al concorso, quale è la rappresentazione di una vera opera lirica. Avranno il merito di aver appianato la strada professionale ad alcuni giovani cantanti ed inoltre di aver valorizzato il nostro immenso patrimonio musicale, facendolo conoscere alle persone non necessariamente abituate all’ascolto della musica lirica. Credo senz’altro che il nostro concorso potrà essere un punto di riferimento per il Salento e, dato che ho già avuto delle telefonate dal nord con vivi complimenti per la nostra iniziativa, spero in un futuro positivo. Sarebbe comunque auspicabile che il Comune di Morciano di Leuca possa contare sull’aiuto da parte della Provincia e della Regione Puglia”. Ci può dire in che modo saranno selezionati i candidati? “Ci sarà una prova eliminatoria (sempre questa brutta parola!) nella quale i cantanti dovranno farci ascoltare un’aria del periodo barocco: Vivaldi, Paisiello, Cimarosa, Haendel, ecc. ed anche un recitativo, assai importante per le opere da camera in quanto fa intendere lo svolgimento della trama. Il giorno seguente ci sarà la prova semifinale, già in forma di concerto davanti al pubblico nella bellissima cornice della “Leuca Piccola” a Barbarano, frazione di Morciano. L’indomani si termina con la finale che vedrà i vincitori che impegnati nella messa in scena de “Il trionfo dell’onore” di Alessandro Scarlatti”. I vincitori del concorso debutteranno in un prestigioso allestimento teatrale. C’è ancora spazio per l’opera lirica nella civiltà dei computer? E come si spiega il generale disinteresse da parte dei mezzi di comunicazione di massa, prima fra tutti la televisione? “Sono fermamente convinta che l’opera lirica, per la sua specificità che unisce la musica al teatro, non potrà mai scomparire dalla nostra vita. Secondo me, e voglio essere un pochino polemica, i grandi mezzi di comunicazione ci hanno disabituati al piacere di seguire una pièce teatrale o un’opera lirica con la dovuta calma dall’inizio alla fine. Vediamo in continuazione così tanti spezzoni di forme artistiche più svariate, che ai giovani è passata la voglia dell’approfondimento. Dobbiamo eliminare il pressappochismo. Con insistenza e tanta pazienza, impegnando il know-how del nostro mestiere, dobbiamo mettere davanti al pubblico un prodotto creato per il piacere di dare il meglio, predisponendo tutte le nostre capacità al servizio dell’arte e delle persone”.

    Fernando Greco

    ----

    Articolo pubblicato dal Gallo ecco il link dell fonte:
    http://www.ilgallo.org/modules.php?...=article&sid=6158&mode=thread&order=0&thold=0


    Ciao
     

Condividi questa Pagina