Cromo e nichel nelle acque di Ugento e Casarano

  1. salentino
    salentino Member
    Registrato:
    9 Marzo 2009
    Messaggi:
    11
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Dagli ultimi accertamenti sullo stato delle falde acquifere nei comuni di Ugento e Casarano sono usciti dati che possono creare preoccupazione. Preoccupante infatti è risultato il livello di cromo presente nelle falde che supera di almeno sei volte il limite considerato accettabile, ed anche nichel ed altri metalli, ad una prima analisi sembrano superare la soglia del consentito. Sebbene la presenza di altri metalli più pericolosi, come il cromo esavalente che è fortemente cancerogeno siano per il momento rassicuranti, ciò non toglie che le analisi presentate sono per ora molto parziali, e che il monitoraggio potrebbe nel prossimo futuro riservarci sorprese, magari non piacevoli.
    Il problema principale della presenza dei metalli nelle falde acquifere deriva dalle discariche di rifiuti urbani, che in Puglia presentano il grosso problema di essere alla lunga in grado di far penetrare liquami ed elementi pericolosi nelle falde acquifere sotterranee, creando degli enormi problemi dal punto di vista sanitario e delle risorse ambientali, visto che nei territori interessati non ci sono altre risorse idriche.
    Forse sarebbe il caso di prendere seriamente in considerazione l'ipotesi che la produzione di rifiuti sta toccando livelli insostenibili dal punto di vista ecologico e della salute dei cittadini.
     
  2. salentino
    salentino Member
    Registrato:
    9 Marzo 2009
    Messaggi:
    11
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    E gli ambientalisti vogliono vederci chiaro...

    Intanto sono sempre più forti le proteste dei cittadini e delle associazioni ambientaliste, tra le quali “Burgesi pulita”, uno comitato di protesta nato per vigilare sull’integrità dell’ambiente, “Io conto”, “Terra in vista” e “Burgesi noscia”che vogliono saperne di più su dati che, accusano, vengono erogati in maniera confusa, parzialmente e poco chiaramente.
    Il territorio salentino è particolarmente sensibile al problema dell'inquinamento ambientale, ed è rischioso non avere chiaramente sottomano la situazione.
    Anche perchè le urgenze rifiuti di quest'ultimo anno hanno semmai inasprito il problema, provocando tra le altre cose l'ampliamento di alcune discariche sul territorio, come appunto è accaduto ad Ugento ed a Burgesi.
    Queste problematiche possono influenzare in molti modi lo sviluppo del territorio, perchè possono essere un brutto biglietto da visita per chi ama il Salento e ci viene sovente in vacanza o in visita. Dati chiari sarebbero opportuni per poter arginare il fenomeno e prendere seri provvedimenti.
     

Condividi questa Pagina