democrazia e dialogo

  1. antonello
    antonello Utente
    Registrato:
    11 Febbraio 2003
    Messaggi:
    107
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ritorno a scrivere , dopo un breve periodo nel quale non mi è stato possibile farlo ( per motivi di tempo e motivi tecnici ) , con una personalissima costatazione
    quell " INDIFFERENTE DISINTERESSE " verso qualsiasi forma di dialogo produttivo e propositivo che sempre di più caretterizza il nostro paese .
    Questa mia rifressione non parte da un episodio specifico ( ce ne sarebbero troppi ) , ma dall'atmosfera che si respira sempre di più all'interno del paese, dove all'infuori di sguardi rabbuiati , mezze parole, battute sarcastiche e fesserie , la vita socio politica si trascina stancamente.
    E' mia convinzione della necessità di un cambiamento reale non essenzialmente di persone , ma di intendimenti , di un nuovo modo di fare attività politica che ruoti attorno ad un unico fulcro : I CITTADINI , veri ed unici protagonisti della scena , senza distinzione alcuna nel rispetto della democrazia , dignità di ognuno e libertà di esprimere le proprie idee e convincimenti senza timori .
    La ragione principale del cambiamento dovrebbe essere quella di instaurare un clima di dialogo tra tutti .
    Inoltre c'è da sottolineare che la cosa più preoccupante è il silenzio dei giovani , e la loro tacita rassegnazione per come scorrono le cose .
    Quindi I Cittadini come vera risorsa per trovare soluzioni possibili a problemi concreti , con al centro un idea , un programma, mettendo da parte beghe personali e ragionare per un miglioramento di ampio respiro che interessi tutti noi .
    Spero di leggere presto il vostro pensiero , e non abbiate paura di criticare , anzi , proponete le vostre idee , confrontatele , PARTECIPATE , perchè è il solo modo che io conosco per poter crescere in una sana democrazia.
    Un saluto antonello
     

Condividi questa Pagina