Enzo Biagi,

  1. AnnaMaria
    AnnaMaria Utente
    Registrato:
    10 Febbraio 2003
    Messaggi:
    484
    Mi Piace Ricevuti:
    0

    "La democrazia è fragile, e a piantarci sopra troppe bandiere si sgretola"


    Dire che in queste parole è racchiuso il pensiero di Enzo Biagi forse è minimizzare la sua figura, ma questa mattina alla notizia della sua scomparsa, mi è sembrata la più pertinente.
    Grande esempio per tutti, uomo di indubbia onestà intellettuale e coerenza. Lascia a tutti noi questo grande patrimonio.


    Immagine:
    [​IMG]
    29,28KB
     
  2. Francesco
    Francesco Utente
    Registrato:
    11 Marzo 2006
    Messaggi:
    269
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ammirazione e gratitudine per un grande uomo anch'esso non risparmiato dalle "fauci" della "politica"
     
  3. FraBo
    FraBo Utente
    Registrato:
    14 Settembre 2007
    Messaggi:
    54
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Oggi ho letto sul sito di repubblica qualcosa che mi ha sconvolto...so che si finirà col dire che è in atto una strumentalizzazione politica ma non posso non esprimere in questa discussione tutto il mio disgusto. Berlusconi afferma che non ha cacciato nessuno con l'editto bulgaro ma ha solo espresso una critica legittima al modo di fare televisione...ma quest'uomo (se è lecito definirlo tale) è pazzo o cosa???? come può permettersi il lusso di ritrattare su una delle violenze culturali più schifose viste in Europa negli ultimi decenni??? in quel di Sofia si è consumato un vero e proprio delitto alla libertà, una censura fascista contro le quali il grande Biagi si è sempre battuto...nel suo ultimo libro, scritto sotto forma di lettera alla moglie scomparsa, Enzo Biagi dice che la sua vita è stata benevola ma gli ha presentato il conto tutto in una volta...la morte della moglie, la morte improvvisa di una delle figlie ed il trattamento umiliante avuto nel suo lavoro...come può permettersi il signor Berlusconi di precisare che quella censura disgustosa è stata solo una semplice e legittima critica...come può ancora attentare alla libertà di espressione che è stata per Biagi una priorità assoluta..sono seriamente depresso..nemmeno davanti alla morte di un grande uomo e di un grande giornalista il signor Berlusconi riesce a tenere per sè esternazioni riprovevoli...

    Mi unisco all'ammirazione per un grande uomo, mi unisco al dolore di un'intera nazione
     

Condividi questa Pagina