Giornata Mondiale del Donatore di Sangue

  1. AnnaMaria
    AnnaMaria Utente
    Registrato:
    10 Febbraio 2003
    Messaggi:
    484
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Il 14 giugno 2010 il mondo festeggia

    la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue,
    istituita nel 2004 dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.


    Ricordiamo che Donare il sangue è un gesto di solidarietà... Significa dire con i fatti che la vita di chi sta soffrendo mi preoccupa

    Il sangue non è riproducibile in laboratorio ma è indispensabile alla vita!

    Tutti domani potremmo avere bisogno di sangue per qualche motivo. Anche tu!

    Le donazioni di donatori periodici, volontari, anonimi, non retribuiti e consapevoli... rappresentano una garanzia per la salute di chi riceve e di chi dona.

    è un gesto di solidarietà che gratifica!


    CHI PUO' DONARE?


    Età :compresa tra 18 anni e i 60 anni (per candidarsi a diventare donatori di sangue intero) , 65 anni (età massima per proseguire l'attività di donazione per i donatori periodici), con deroghe a giudizio del medico
    Peso :più di 50 Kg
    Pulsazioni : comprese tra 50-100 battiti/min (anche con frequenza inferiore per chi pratica attività sportive)
    Pressione arteriosa: tra 110 e 180 mm di mercurio (Sistolica o MASSIMA)
    tra 60 e 100 mm di mercurio (Diastolica o MINIMA)
    Stato di salute : Buono
    Stile di vita : Nessun comportamento a rischio

    CHI NON PUO' DONARE:

    E' doveroso autoescludersi per chi abbia nella storia personale:
    •assunzione di droghe
    •alcolismo
    •rapporti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive (es. occasionali, promiscui, ...)
    •epatite o ittero
    •malattie veneree
    •positivit per il test della sifilide (TPHA o VDRL)
    •positività per il test AIDS (anti-HIV 1)
    •positività per il test dell'epatite B (HBsAg)
    •positività per il test dell'epatite C (anti-HCV)
    •rapporti sessuali con persone nelle condizioni incluse nell'elenco

    L'intervallo minimo tra una donazione di sangue intero e l'altra è di 90 giorni.
    La frequenza annua delle donazioni non deve essere superiore a 4 volte l'anno per gli uomini e 2 volte l'anno per le donne


    Il sangue è indispensabile :

    •nei servizi di primo soccorso e di emergenza urgenza
    •in interventi chirurgici e trapianti di organo
    •nella cura delle malattie oncologiche
    •nelle varie forme di anemia cronica

    Il fabbisogno di sangue e di emocomponenti non si verifica solamente in presenza di condizioni o eventi eccezionali quali terremoti, disastri o incidenti, o durante interventi chirurgici ma anche nella cura di malattie gravi quali tumori, leucemie, anemie croniche, trapianti di organi e tessuti, ....
    Il sangue, con i suoi componenti, costituisce per molti ammalati un fattore unico e insostituibile di sopravvivenza:

    •globuli bianchi per la cura di leucemie, tumori, intossicazioni da farmaci
    •globuli rossi per la cura di anemie, emorragie
    •piastrine per malattie emorragiche
    •plasma quando vi siano state grosse variazioni quantitative dovute ad ustioni, tumori del fegato, carenza dei fattori della coagulazione non diversamente disponibili
    •plasmaderivati Fattore VIII e IX per l'emofilia A e B, immunoglobuline aspecifiche per alcune malattie immunologiche, albumina su alcune patologie del fegato e dell'intestino.

    Per tutte le informazioni al riguardo rivolgersi all'AVIS di Morciano di Leuca.