La Pro Loco intervista il Sindaco di Morciano avvocato Giuseppe Picci

  1. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.394
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Fonte: Sito ufficiale Proloco Torre Vado salentoproloco . com


    LA PRO LOCO INCONTRA IL SINDACO AVVOCATO GIUSEPPE PICCI
    31 DICEMBRE 2009

    Avv.Giuseppe Picci
    sindaco di Morciano di Leuca
    nato a Morciano di Leuca il 22/10/67
    coniugato con la sig.ra Anna Rota, figlia una Giulia



    1. Il 7 Giugno la comunità di Morciano di Leuca, Barbarano del Capo e Torre Vado le ha confermato per la seconda volta la sua fiducia, consolidando la consuetudine che una volta scelto il sindaco la fiducia va confermata. Questo è avvenuto dal 1975 in poi con i sindaci Pisa,1985 Daquino, 1995 Pisanò e nel 2005 con Lei. Un suo giudizio su questo comportamento degli elettori. E’ frutto di una grande maturità e coerenza dei nostri elettori? E’ bravura dei sindaci che una volta eletti si sanno far voler bene dai propri elettori o qualcos’altro ?

    E’ una domanda per cui è difficile dare una risposta, penso che Morciano dia la possibilità per verificare a lungo termine l’operato dell’amministratore e sia anche una prova di maturità da parte dell’elettorato .



    2. Signor Sindaco, nel suo primo mandato ci vuole indicare l’obiettivo raggiunto che le dà maggiore fierezza e quello mancato che più l’addolora ?

    Onestamente quello mancato riguarda il Piano Spiaggia è una scelta talmente importante che risulta decisiva per lo sviluppo di tutto il nostro territorio ; quello invece di cui vado più orgoglioso è il Cinema Orlando struttura abbandonata, piena di amianto che è stata bonificata e ricostruita e la demolizione risultava quindi necessaria per lo stato in cui versava la struttura stessa.

    3. I problemi di una comunità come la nostra sono tanti ed è pura utopia sperare che la Sua amministrazione li possa risolvere tutti. Siamo consapevoli che la prima difficoltà che ogni amministrazione incontra è causata dall’enorme divario esistente tra risorse disponibili e bisogni della comunità. Per questa ragione l’ordine delle priorità delle cose da fare e l’oculatezza e la trasparenza nella gestione della cosa pubblica costituiscono le linee guida di una vera azione politica che la può distinguere da altre. Quale è l’ordine delle priorità della sua amministrazione in questo secondo mandato? Quali iniziative intende adottare per far si che la Sua azione politica sia anche accompagnata da una attenta e oculata azione amministrativa?

    Penso che la domanda esige una risposta seria e ponderata abbiamo sempre il problema del bilancio teniamo conto che nei primi 5 anni l’obiettivo era risanare senza aumentare le tasse ed escluso il problema della immondizia, problema generale in Italia le altre tasse comunali non sono state di fatto aumentate. Il riordino dei conti è stato fatto tenendo conto del minor trasferimento delle risorse statali ai comuni negli ultimi anni Sia il governo di centro destra che di centrosinistra hanno sempre diminuito le risorse statali ai comuni.
    In questo mandato per lo sviluppo del territorio abbiamo l’approvazione del PUG da porre in essere con la partecipazione attiva di tutti i cittadini e le associazioni presenti sul nostro territorio.


    4. Lei signor Sindaco, e la sua amministrazione, dal prossimo anno si trova a dover affrontare scelte strategiche che incideranno sullo sviluppo della nostra comunità per i prossimi 50 anni. Quando si fanno queste scelte, queste possono, a breve termine, apparire anche dolorose da un punto di vista politico, ma che nel medio e a lungo termine producono non solo benessere economico all’intera comunità ma anche dal punto di vista politico garantiscono una rendita con un altissimo tasso d’interesse. Basti pensare ai benefici che hanno prodotto nella nostra comunità le scelte di espropriare e rendere pubblica l’area a servizi di Torre Vado (anni 75-90). Le scelte che lei compirà il prossimo anno saranno ancora più importanti, e noi qui la invitiamo ad avere coraggio. Mi riferisco alla V.A.S., al Piano Coste Comunale, mi riferisco ad un piano di viabilità e parcheggi a Torre Vado, mi riferisco a piani di viabilità e sviluppo a Morciano e Barbarano. Ci perdoni sindaco, se insistiamo nell’invitarla ad avere coraggio, comprendiamo a quali spinte la sua azione amministrativa dovrà resistere se vorrà veramente fare e tutelare gli interessi generali della comunità, saranno spinte esterne ma vi saranno tantissime spinte interne che saranno ancora più agguerrite. Sia le spinte interne che le esterne hanno un unico obiettivo l’interesse economico individuale , la sua amministrazione con le sue scelte è chiamata a tutelare l’interesse generale e futuro della comunità di Morciano. Lei questa volta però ha un vantaggio, e personalmente siamo fiduciosi che lo saprà sfruttare per il bene della comunità: E’ all’inizio del suo secondo mandato e se non cambiano le leggi non è rieleggibile per la terza volta. Quindi si trova nelle condizioni di non dover subire pressioni elettorali e poi delle scelte fatte il prossimo anno, se fatte con coraggio, vi è sufficiente tempo per la scadenza del sua mandato per far maturare gli interessi politici di cui parlavamo prima. Si sente sufficientemente forte per tutelare gli interessi generali della comunità, resistendo così alle eventuali spinte di interessi individuali?

    Ho avuto la fortuna di avere sia nel primo che nel secondo mandato delle persone, assessori e consiglieri, che fino ad oggi non hanno mai dal punto di vista personale mai messo dei veti sull’interesse generale. Condivido la scelta della viabilità a Torre Vado di trovare spazi da adibire a parcheggio, la strutturazione della marina è infatti, particolare, viabilità che riguarda del resto l’intero territorio di Torre Vado Morciano e Barbarano per cui stiamo lavorando. Sul Piano Coste comunale abbiamo dato mandato per la realizzazione della VAS (valutazione ambientale e strategica) prima di fare una scelta politica è opportuno verificare l’impatto ambientale delle scelte che si andranno a prendere e comunque sarà una scelta partecipata.


    5. Recentemente alcuni cittadini ci hanno consegnato vari documenti che riguardano il fermento politico vissuto a Morciano in epoche passate, tra cui dei manifesti apparsi sui muri di Morciano in periodi non recenti, ove una parte politica criticava le scelte fatte da chi amministrava e viceversa. Sono documentazioni molto interessanti e con l’aggiunta di altro materiale si potrebbe organizzare una mostra invitando tutti ad una serena e pacata riflessione. Cogliamo quindi questa occasione per rivolgere un invito alla cittadinanza a collaborare con questa iniziativa qualora in possesso di rassegna stampa ( anche volantini, di manifesti ecc. )
    Che ne pensa di questa iniziativa signor Sindaco. Non le pare che potrebbe essere un’azione di sostegno alle sue scelte ( sempre che lei vorrà fare queste scelte coraggiose) nell’interesse della comunità?


    Condivido sono disponibilissimo ritengo anche che in alcune situazioni i manifesti vengano strumentalizzati, bisognerebbe fare l’interesse generale della comunità e non di semplice contrapposizione tra le parti. Fino ad oggi comunque mi pare che l’interesse generale abbia prevalso su quello individuale.


    6. Signor Sindaco, i concittadini, da questa nostra intervista si aspettano da Lei parole tranquillizzanti non solo sul problema sorgenti ma su tutto il tratto sorgenti – Torre. Nella prima intervista il quesito posto al suo assessore al demanio Bisanti ci ha tranquillizzato. Ora però ci troviamo di fronte al primo cittadino e non possiamo esimerci dal formulare la stessa domanda fiduciosi di avere una risposta maggiormente rassicurante. Signor sindaco, può ancora una volta rassicurare la comunità che non nasceranno stabilimenti nel suddetto tratto di costa ? A che punto è la vicenda?

    A questo proposito abbiamo risposto con il Consiglio Comunale indicando un termine a quella delibera di sospensione del piano coste, abbiamo fatto uno studio con un geologo su tutta al costa dalle sorgenti fino a Pozzo Pasulo e lo ribadisco prima di fare qualsiasi scelta è necessario avere a disposizione laddove è impossibile pensare l’ubicazione di possibili stabilimenti o strutture.
    Precisiamo che recentemente ci siamo incontrati con la ditta e alla risposta di spostare la concessione e dare una risposta in tal senso abbiamo creduto sarebbe stato un doppio errore pronunciarsi senza strumenti precisi e penso che non si tratti di una scelta relativa alla sola maggioranza , sarebbe errato pensare che la scelta politica sia solo della maggioranza ma deve essere condivisa dalle associazioni e persone presenti sul territorio sulla scorta della documentazione che abbiamo inclusa e quella che ci ha fornito la pro loco.


    7. Da un po’ di tempo a questa parte abbiamo notato un diverso atteggiamento della sua amministrazione, di apertura e coinvolgimento, comportamento non solo apprezzabile ma anche lodevole. E’ intenzione della sua amministrazione continuare su questa strada in futuro? Magari cercando il coinvolgimento già nella fase iniziale per rendere i contributi utili?

    Si dobbiamo ancora migliorare è solo l’inizio di un percorso. Il contributo di idee da chiunque provengano sono fondamentali per chi è chiamato ad amministrare.


    8. Siamo alla fine dell’anno e per questo, nel ringraziarla per la sua disponibilità, ci è sembrato doveroso riservare a lei l’ultima intervista del 2009, per poter così offrire ai nostri concittadini, vicini e lontani, un brindisi e un messaggio di auguri dal suo primo cittadino a poche ore della mezzanotte..


    Ringrazio la Pro Loco Torre Vado per questa opportunità sono e sarò a disposizione per qualsiasi domanda futura anche se ostica penso sia doveroso da parte di un amministratore rispondere per fare chiarezza a possibili dubbi o richiesta di risposte. Del resto a quanto mi pare di capire questa iniziativa mira proprio ad avvicinare gli amministrati a chi amministra rendendo così l’opera degli amministratori trasparente. Faccio gli auguri a tutte le associazioni presenti sul territorio nessuna esclusa e ai nostri concittadini di un sereno 2010 con l’augurio che tutte le persone e associazioni abbiano davvero a cuore le sorti del nostro comune, penso che ogni tanto fare un passo indietro sia importante e fondamentale per l interesse di tutti. Ai nostri concittadini all’ estero va un caldo abbraccio sperando di poterli andare a trovare presto, nel frattempo abbiamo spedito loro un piccolo pensiero frutto di un progetto della pro loco in modo che potessero avere nel cuore la loro terra.
    Auguri e felice 2010.

    Fonte: Sito ufficiale Proloco Torre Vado salentoproloco . com
     
    Ultima modifica di un moderatore: 22 Giugno 2016