Lettera Aperta Ad Enrica Degiorgi.

  1. GinoSimone
    GinoSimone Well-Known Member
    Registrato:
    9 Aprile 2011
    Messaggi:
    60
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Lettera aperta ad Enrica Degiorgi.

    Gentile Enrica, intanto grazie per l'opportunità che la tua lettera mi offre nello scambiare alcuni pareri sulla attualità politica del momento.

    Con una giovane donna, poi, la cosa assume un interesse ancora maggiore a dimostrazione che i giovani dalla politica non fuggono ma partecipano per migliorarla.

    Fatta questa doverosa premessa ed entrando nello specifico, ti dico subito che rispetto le tue opinioni e che certo non ho la presunzione di cambiarle.

    Sono consapevole di parlare ad una persona che da sempre conosce le mie idee e la coerenza, non priva di dubbi, con la quale ho cercato di portarle avanti.

    Sono stato giovane anch'io e come tutti i giovani, volevo cambiare il mondo.

    Ho cercato di farlo rimanendo sempre fedele allo stesso schieramento politico, pur non condividendone spesso, le scelte che venivano fatte.
    Mi rendo altrettanto conto, alla luce dei fatti di oggi, che ciò non ha pagato in termini di risultati e di cambiamento sperati.
    Ma mi chiedo pure: se quelli come me, che non erano soddisfatti al 100%, avessero cambiato casacca, l'Italia, sarebbe stata migliore?

    Al tal proposito voglio ricordare che in quel periodo storico, le alternative erano i vari Andreotti, Forlani, Craxi, ecc,ecc,....

    Poi è arrivato Berlusconi, diceva che avrebbe portato una ventata di freschezza e di novità, in quello che era il quadro politico di allora e prometteva di “rivoltare il paese, come un calzino”. Diceva, “basta con i politicanti della politica che non hanno mai lavorato”, gridava “meno tasse per tutti”.

    Si considera un “moderato”(sic!), “l'uomo del fare”, “l'unto del Signore”e che con lui al Governo, non ci sarebbe stata più disoccupazione.
    Insomma, saremmo diventati il paese del Bengodi, tutti ricchi e felici.

    In quel contesto (mani pulite,ecc,ecc...), era davvero facile essere attratti e affascinati e saltare sul carro del nuovo vincitore. Ma io, non l'ho fatto. Non l'ho fatto perché non mi ispirava fiducia; la mia piccola esperienza politica, mi portava a diffidare da tutti quelli che promettono troppo.

    Oggi sulla scena politica si è affacciato, anzi, oramai è parte in causa, un altro personaggio che si definisce “moderato” e che al posto del Bengodi, promette la cosiddetta “decrescita felice”(sic!): Grillo.

    Questi due personaggi, Grillo e Berlusconi, possono essere considerati moderati ?

    Le somiglianze tra i due, per chi vuol vedere, sono tante, da riempire pagine e pagine. Io li considero due facce della stessa medaglia.

    Berlusconi prometteva, parlando alla pancia delle persone e non alla testa, sapendo creare emozioni. Il suo populismo sfrenato, disinibito e senza scrupoli, ci ha ridotti al punto in cui siamo.

    Grillo, per me, è un Berlusconi prima maniera, oserei dire, più esaltato e pericoloso.
    Quelle espressioni mimiche e facciali che incutono paura, terrore.
    Il linguaggio sempre gridato, violento e scurrile.

    Non entra mai nel merito delle cose e quando lo fa, dice delle grosse corbellerie: “la mafia è migliore dei politici”, “gli evasori sono necessitati a farlo”, ecc, ecc..

    Insomma, un repertorio identico, in tutto e per tutto a quello di Berlusconi.

    E poi, quelle immagini apocalittiche(vedesi l'ultima pubblicata sul suo post, dove viene rappresentato un paesaggio tetro e senz'anima, con sullo sfondo un fungo atomico e nella nuvola la scritta mVcinquestelle) che non fanno presagire nulla di buono.

    Grillo come Berlusconi, chiede il 51% dei voti per poter governare da solo.

    Ma davvero può esserci qualcuno che ci crede? E quando mai succederà....tra 10/15/20 anni?
    E nel frattempo, visto che non vuole contaminarsi con nessuno, cosa sarà successo,... esisterà ancora l'Italia?

    Fosse una persona normale, perbene e non un esaltato/invasato, gli starebbero a cuore le sorti del Paese, non giocherebbe a nascondino e si assumerebbe le sue responsabilità, ora e subito.

    Dice: i partiti non servono, aboliamoli; i sindacati sono inutili, cancelliamoli; la Costituzione a giorni alterni è buona, in altri no; l'euro non serve, fuori; mai con i poteri forti e poi si assiste al santone/Casaleggio che va a Cernobbio; “il potere ai cittadini” ma a decidere è il duo Grillo/Casaleggio che confinati nel loro fortino, non accettano critiche e non si confrontano con nessuno.

    Il M5S è un movimento populistico e personale di Grillo, detiene diritti e copyright, esattamente come Forza Italia è di Berlusconi.

    Come tutti i movimenti populistici del mondo, prima o poi, andranno alla deriva, trascinando con sé, lo sfortunato paese che gli ha creduto.

    La situazione politica attuale, è quella appena descritta: un populista, in questo caso Berlusconi, con il carico dei suoi problemi, sta trascinando con sé, nell'abisso, un intero Paese.

    Tutto ciò non ci basta ancora? L'esperienza di questi vent'anni, non ci ha insegnato nulla?
    Si desidera davvero affidare, ancora una volta, il destino di un popolo, ad un altro populista?
    Ad un nuovo uomo della “Provvidenza”?

    Se tu sei tra quelli/e che pensano a Grillo, diverso da Berlusconi e credono alla “soluzione”miracolistica, votatelo, votatelo pure.
    Io certamente non lo farò, ma mi opporrò e farò di tutto affinché ciò non accada.

    L'azzardo, l'avventura berlusconiana basta e avanza, non l'ho voluta, l'ho subita.

    Dovesse succedere di nuovo, vuol dire che mi attrezzerò a resistere a questo ennesimo, infantile innamoramento degli italiani, con la quasi certezza, che passata la sbornia, ci ritroveremo peggio di oggi. Con affetto. Gino simone

    Morciano di Leuca: 19/09/2013
     
  2. GinoSimone
    GinoSimone Well-Known Member
    Registrato:
    9 Aprile 2011
    Messaggi:
    60
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    ...Enrica, ho dimenticato di riportare le considerazioni di Grillo fatte sulle DONNE: definirle abominevoli, da vero uomo delle caverne è poco......o no?
     
  3. Enrica Degiorgi
    Enrica Degiorgi New Member
    Registrato:
    12 Marzo 2008
    Messaggi:
    3
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Risposta a Gino Simone

    Caro Gino,
    rispondo alla tua lettera che devo dire mi ha un pò stupita per la decisione di pubblicarla su Torrevado.info. Il mio era un semplice commento su facebook e non una lettera...niente di così "ufficiale".
    In ogni caso rispetto le tue opinioni anche se non sono assolutamente d'accordo. Anche tu conosci me, la mia famiglia e la nostra storia politica partendo proprio da mio nonno Salvatore Simone a cui fu dedicata da prima sezione del Partito Comunista Morcianese.
    Noto una certa ossessione che hai nei confronti di Grillo. Hai messo tanta "carne sul fuoco", ma piu' che argomenti sono slogan, sembrano titoli di Repubblica con tutto rispetto.
    Voglio partire dalla sostanza.
    E' impossibile non vedere la differenza tra Forza Italia ( quella del '94) e il Movimento 5 stelle. I rappresentati di Forza Italia altro non erano che una tana di lupi della vecchia politica, apparentati con lobby, massoni ecc ecc, Nel Movimento 5 Stelle vedo solo persone comuni,professionisti, disoccupati, attivisti che dal 2007, riunendosi in Meetup, hanno speso tempo e soldi di tasca propria per lotte di civiltà (per citarne alcuni: via i condannati dal parlamento, tagli ai costi della politica, no nucleare, acqua pubblica). Hanno lavorato sul territorio disinteressatamente. Fino a un anno e mezzo fa non avrebbero mai immaginato di entrare in Parlamento e già questo è rivoluzionario!!!
    Per la prima volta in Italia ci sono stati degli eletti dal popolo che per esser tali non hanno dovuto promettere posti di lavoro o altro, non sono entrati nei giochi piu' sporchi e subdoli..e questo Gino non possiamo negarlo; pensiamo ai soliti deputati e senatori di destra, di centro e di sinistra ( per chi ci crede ancora) anche (e direi soprattutto)nostrani che sono agenzie di collocamento in cambio di voti, posti in ospedale, promesse di pensioni, di appalti..
    Un'altra differenza palese è che Grillo ( M5S), come annunciato in tutta la campagna elettorale ( chiamasi coerenza ), non è alleato del PD, mentre Belusconi si, anzi ci fa affari da anni. Il Partito Democratico è stato l'assicurazione sulla vita del Silvione nazionale da vent'anni a questa parte e solo per questa responsabilità il PD non andrebbe votato piu' ( ma ce ne sono tante altre che non stiamo a commentare): Berlusconi e PD si sono buttati fango durante tutta la campagna elettorale, "mai insieme" gridavano! Ma qualcosa è andato storto ed eccoli insieme a governare " per il bene dell'Italia, perchè c'è bisogno di un governo in questo particolare momento di crisi".
    Allora io penso che se davvero è per il bene dell'Italia dimezzi il numero dei parlamentari, dimezzi i loro stipendi, tolga i privilegi (non entriamo nello specifico perchè sarebbero troppi da commentare), tagli le pensioni d'oro, inizi a dare il buon esempio magari rinunciando agli F35 ecc ecc..
    E allora è davvero per "il bene dell'Italia??"
    Il motivo sappiamo bene è un'altro; proteggere questi privilegi, mantenere la seggiola, stare attaccati come zecche a succhiare e spolpare quello che è rimasto dell Bel Paese.
    Gino, è triste leggere:
    "sono stato giovane anch'io e come tutti i giovani, volevo cambiare il mondo"
    Si percepisce fallimento, arrendevolezza, quasi a dire, vedrai che non cambierà nulla, che dovrai abituarti allo schifo e fare compromessi indigesti..
    Credo, invece, che i giovani, facendo tesoro dell'esperienza dei piu' maturi e consigliandosi, possono cambiare il mondo, devono cambiare il mondo , hanno cambiato il mondo, SOGNANDO E CREDENDOCI!
    Senza sogni oggi non avremmo internet, non avremmo facebook. Si proprio facebook! Facebook è parte di questo cambiamento ed è partito da un'idea di un ragazzo di 19 anni che ora è il piu' giovane miliardario al mondo.
    Ecco perchè credo nel M5S per riprogettare, ripensare l'Italia, è una nuova idea, fuori dai vecchi meccanismi che la tengono in stallo, dalle logiche corrotte, infami che hanno ridotto un paese stupendo da ogni punto di vista ( storico, geografico, climatico, culturale) sul baratro.
    Noi siamo la prima generazione dal dopoguerra che sta peggio dei nostri genitori, senza un futuro, perennemente nel precariato, nell'incertezza, privi di una prospettiva che possa infondere speranza.
    Come fai a chiedere di sostenere persone e politicanti che ci hanno ridotto in questa condizione, che hanno svenduto tutto, compresa la loro dignità e coscienza?
    Non si tratta di cambiare casacca ma di una presa di coscienza. Ad un certo punto ci si accorge che quello in cui hai creduto per anni è un bluff, è un teatrino portato avanti per interessi personali.
    La "decrescita felice", poi, è un tema di fondamentale importanza.
    In parole povere..Quando tra 200 anni tutti avranno un frigorifero, un'automobile, una lavatrice, il condizionatore (etc etc) pensi che ci potrà essere la stessa produzione di un periodo in cui nessuno ce l'ha??? Raggiunto un certo benessere globale è chiaro che ci sia un calo.

    Comunque caro Gino ti ricordo che il PD che tu sostieni è al governo e il Movimento 5 stelle all'opposizione, quindi se tutto va bene cosa c'è da preoccuparsi??

    Un abbraccio

    Enrica
     
  4. GinoSimone
    GinoSimone Well-Known Member
    Registrato:
    9 Aprile 2011
    Messaggi:
    60
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Gentile Enrica, apprezzo davvero molto questo scambio di opinioni, franco e sincero, civile e rispettoso, spero anche positivo per noi e per tutti coloro che vorranno liberamente partecipare, con la propria esperienza e le proprie idee, alla nostra discussione.

    Ti dico subito che il tuo stupore, nel vedere pubblicata la mia “lettera aperta” su torrevado.info, mi sorprende non poco.

    Ti posso assicurare che quella decisione è scaturita proprio dalle motivazioni appena dette e dal fatto che considero quel sito, luogo aperto, molto letto,seguito e che dà visibilità alla nostra piccola comunità morcianese nel mondo. Viceversa, i meetup, li considero luoghi chiusi per soli iscritti o simpatizzanti grillini.
    Una ulteriore dimostrazione, i meetup, di come quel movimento preferisce rimanere chiuso in se stesso, nella sua supponenza, arroganza e presunzione; prigioniero di una supposta quanto sterile immacolata verginità.
    .
    Provo a rispondere ai tuoi argomenti, limitatamente a quello che una lettera può consentire di fare.

    1) La tua provenienza nelle radici della sinistra: proprio il fatto di essere una discendente del bisnonno Simone e conoscendo la storia della tua famiglia, mi sarei aspettato una maggiore ponderatezza prima di qualsiasi tua decisione.
    Ma vedo oramai, dalle tue argomentazioni, molte certezze e non nessun dubbio. Meglio così.

    2) Formazione politico/culturale: ognuno di noi forma le conoscenze/esperienze, dalle fonti che ritiene più opportune alla propria formazione. Ti posso garantire a tal proposito, che non leggo solo Repubblica e in ogni caso, anche se lo fosse, non sarebbe motivo per essere tacciati di settarismo/fanatismo. A parti invertite potrei dire la stessa cosa del linguaggio e del tuo argomentare, comuni agli slogan già sentiti e propri dell'armamentario grillino.
    Se mi permetti, tutto questo non porta da nessuna parte ne tanto meno lo ritengo un fatto politico.

    3) I sacrifici del popolo grillino: questi nuovi e immacolati giovani grillini, che si riuniscono in meetup (lo dite con un'enfasi come se fosse la scoperta dell'uovo di Colombo) e che pagando di tasca propria, si immolano alla eroica causa di cambiare l'Italia corrotta e senza speranza, sa molto di retorica.
    Per fare questa affermazione evidentemente non conosci quello che è costato e tutt'ora costa, in termini di tempo e denaro, ai tanti come me, che portano avanti le proprie idee politiche, giuste o sbagliate che siano. Non la ritengo, pertanto, una novità esclusiva e meritoria dei grillini.

    4) Le differenze non colte: affermi poi, con meraviglia, il mio non saper cogliere e vedere le differenze tra FI e il M5S.
    Su questo pensavo di essere stato abbastanza chiaro nella lettera precedente: non mi riferivo agli eletti ma alle due facce della stessa medaglia: Grillo/Casaleggio-Berlusconi.

    Sugli gli eletti, prima di esprimermi, mi sento di aspettare un attimo.

    Comunque, da quello visto fino ad ora, al netto delle sceneggiate (...come la Lega dell'esordio?), non mi pare che abbiano portato risultati utili alla soluzione dei problemi del paese. Conseguenza diretta della loro scelta insensata di non fare maggioranza con il PD e Sel.
    Non sono stati premiati con il 25% dei consensi per poi mettere i propri voti nel congelatore. Moltissimi, tra coloro che hanno premiato il m5s, speravano in un governo di cambiamento e non certamente nella scelta di non contaminarsi con nessuno. Vogliono aspettando il 51% dei voti per governare da soli.(sic!)?

    E intanto il paese muore e Berlusconi gongola.

    5) L'alleanza del PD con Berlusconi: “Grillo non è alleato di Berlusconi”!! Vero, è il PD ad aver fatto l'accordo di governo, ma per senso di responsabilità, visto il risultato elettorale uscito dalle urne. Lo dicevo prima e lo ripeto, l'accordo è avvenuto dopo e non prima del rifiuto sdegnoso, arrogante e presuntuoso di Grillo, che dall'alto del suo delirio di onnipotenza, credendo di essere il solo depositario della verità, esattamente come fa un “santone” di una “setta”, che continuamente vomita ingiurie, epiteti ed insulti verso tutto e tutti, le donne in modo particolare. A tal proposito, non posso non osservare, cara Enrica, il tuo assordante silenzio/indifferenza (come donna, dico), agli insulti indirizzati ripetutamente alle donne.
    A quel punto cosa si sarebbe dovuto fare? Me lo dici? Andare nuovamente alle elezioni anticipate?

    6) Le delusioni: capisco le tue delusioni, sulla malapolitica, ma non pensare di essere la sola. La differenza, lo ribadisco ancora una volta,sta nel fatto che a questa “rivoluzione grillina” non ci credo, come non credo all'uomo della provvidenza; a colui che può risolvere tutto con la semplicità ed il linguaggio del populismo più sguaiato.
    E ti posso assicurare che non sono ossessionato da Grillo, come tu dici. La realtà è ben diversa, semplicemente lo combatto politicamente, così come ho fatto e faccio tutt'ora, alla luce del giorno, con Berlusconi.
    La malapolitica, come per tutte le persone perbene, mi procura sentimento di nausea, rabbia e schifo.

    7) Il rispetto delle proprie convinzioni: se quello che dici per te va bene, fai pure, battiti per le idee che condividi, ma nel farlo usa prudenza, non peccare di ingenuità, non eccedere in troppo entusiasmo nel credere e sperare in Grillo/Casaleggio come coloro che risolveranno e sistemeranno l'Italia.
    Lo dico per evitare a te, quella tristezza e amarezza(sic!)che dici di avere percepito in una mia frase.
    Vale anche per te, la sicurezza e le convinzioni di oggi potrebbero, domani, riservarti altrettante amarezze e delusioni. Da esse, purtroppo, nessuno si può ritenere immune.

    8) La “decrescita felice”: è veramente paradossale la spiegazione che dai, pur di giustificare le corbellerie di Grillo, dici: “...fra 200 anni, tutti avranno un frigorifero, un'automobile, una lavatrice, ecc, ecc.... raggiunto un certo benessere globale è chiaro che ci sia un calo”. Bella teoria, ma ammesso che sia vero,.....fra 200 anni?!?!?! E fino ad allora cosa faremo. Prova a dirlo ai tuoi coetanei, ai disoccupati, ai cassaintegrati, ai pensionati....non voglio immaginare casa direbbero e farebbero.
    ....Però lo ammetto, preso dalla foga nello scrivere me ne ero quasi dimenticato, ….voi siete quelli che aspettano il 51% per governare da soli e sistemare tutto, mentre Grillo, nell'attesa e da buon populista, vi promette “....il sol dell'avvenire” (Berlusconi docet).

    9) Il dono della coerenza: per finire, una parola sulla tanto sbandierata fantomatica coerenza, è coerente dire mai con i poteri forti e poi andare nel tempio del potere economico di Cernobbio?
    E' coerenza dire: “bisogna cambiare questa legge elettorale” e poi gridare di voler andare subito al voto con la stessa? Ecc, ecc... Spiace dirlo.....a me non pare coerenza!!

    Capisco le difficoltà dei “seguaci” del “messia” nell'accettare l'amara realtà, ma il vero alleato di Berlusconi è Grillo!!!! Con simpatia.

    Morciano di Leuca: 22/09/2013 gino simone
     
  5. Enrica Degiorgi
    Enrica Degiorgi New Member
    Registrato:
    12 Marzo 2008
    Messaggi:
    3
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Risposta a Gino Simone

    Gino,
    rispondo ai tuoi punti:

    1) Sono una donna libera. Mi faccio condizionare dai fatti e non dalle idee che aveva mio nonno 80 anni fa. Non perchè allora non fossero giuste ma perchè sono passati 80 anni e tutto è cambiato.

    2) In Italia non c'è libertà d'informazione. Basta guardare la posizione che occupiamo nella classifica mondiale.
    Ognuno compra il giornale di un partito. La gente dovrebbe leggere Il giornale, La repubblica, Il corriere della Sera, Il fatto e Libero...tutti..ogni giorno.
    Ogni tanto lo faccio...fanno più ridere della più famosa trasmissione comica!!!

    3) Non era il Partito Democratico a chiedere 2 euro a voto per le elezioni primarie???

    4) Come si fa a parlare di qualcosa che non si conosce?? Siamo tutti sommelier senza mai aver assaggiato un bicchiere di vino??

    5) Il partito Democratico (e lo scrivo senza abbreviare perchè si deve capire bene) è l'unico alleato di Berlusconi. Cos'hanno in comune???
    Lo scudo fiscale?? Ti riporto la risposta penosa e disgustosa del vostro imperatore Massimo D'alema:



    E' stato fatto il calcolo..se ci fossero stati avrebbero potuto bloccarlo.

    6) Il pd cerca sempre e solo nemici da attaccare per colmare i discorsi privi di proposte. Prima il nemico (amico) era Berlusconi. Ora è Grillo.
    Il Pd perderebbe le elezioni anche se fosse l'unica lista a presentarsi. Creerebbero loro un nemico immaginario!!!

    7) Sei gentile a preoccuparti per le delusioni future che potrei avere. Io sono più realistica...preferisco occuparmi di quelle che ho già avuto..

    8)Per quanto riguarda la "decrescita felice" era un esempio facile facile proprio per rendere il discorso accessibile a tutti. Avevo scritto qualcosa sul Pil e gli indicatori di benessere ma poi ho preferito cancellare..

    9) Per quanto riguarda la legge elettorale non è proprio così. I punti erano 5. Il Pd accettava il titolo dei punti ma non il contenuto.

    Hai scritto che critichi Casaleggio e Grillo e non i deputati e senatori del Movimento 5 stelle perchè non li conosci.
    Allora di cosa parliamo??
    Di battute irriverenti o di politica???
    Perchè se dobbiamo parlare di politica bisogna parlare soprattutto dei cittadini del Movimento 5 Stelle a Roma. Ti ricordo, che sono proprio queste persone a portare avanti le battaglie civili. Quindi parlare di Movimento ignorando i deputati credo sia un errore.

    Ma facciamo finta che tu abbia ragione, che sia giusto quello che sostieni, che grillo e il movimento siano un bluff.

    Credi che i problemi del PD siano risolti?!

    Credi che l'elettorato e le percentuali nei sondaggi cambino a favore del partito democratico??
    Io credo che l'unica percentuale a salire sarebbe solo quella dell'astensione.

    Ma continuiamo con la fantapolitica..

    Credi che se Grillo sparisse domani io andrei a votare il PD?
    E chi?? Francesco Boccia imposto da Roma??

    Boccia quello con i manifesti giganti in tutta la Puglia?
    Boccia con tutto l'estabilishement del pd a suo favore ha perso per 2 volte le primarie contro Vendola(sic!)!
    Per premio,però, è stato candidato tra i primi della lista del pd alle nazionali!! (sic! sic!)

    O vogliamo parlare della signora Loredana Capone???

    Loredana Capone ha perso le primarie contro Rotundo a Lecce (elezioni amministrative) e per premio (sic!) è stata candidata alla provincia contro Gabellone con cui ha perso (sic! sic!)
    Come riconoscimento (per aver perso?!?!) è stata candidata contro Perrone a sindaco di Lecce e ha straperso....(sic! sic! e ri-sic!)

    Questa è democrazia?? Questo è rispettare il volere del popolo???

    Io cambierei il nome da pd a ppd!!! (partito poco democratico!)

    In un paese civile una Loredana Capone dopo aver perso in continuazione sarebbe tornata a casa a fare il lavoro che svolgeva prima, invece come si comporta il tuo Pd???

    LA PREMIA!!! Facendola diventare vicepresidente della regione Puglia!!!

    Ma il Vicepresidente non era Sandro Frisullo del partito Democratico??

    Si! Era lui ma è stato arrestato con le accuse di
    associazione per delinquere,
    corruzione e
    turbativa d’ asta!

    Ma che belle persone popolano il Partito che difendi tanto!!
    E vogliamo citarne qualcuno più vicino???

    Gabriele Abaterusso fu candidato (poco più che ventenne) alle provinciali del Partito Democratico senza aver mai fatto politica.
    Forse il cognome avrebbe dovuto suggerire qualcosa agli elettori?? Proprio così! Il padre Ernesto Abaterusso negli anni 90 fu deputato nel partito antenato del pd.

    Nel Partito Democratico hanno provato a far passare le cariche passano da padre in figlio.
    E questo è un altro fatto.
    Il giochetto, però, non riuscì! Gabriele Abaterusso non fu eletto.

    Ti meravigli dei meetup dove tutti i grillini decidono in gruppo con assoluta trasparenza???

    E da voi chi decide?? La gente??? La base??
    Dai risultati, dai FATTI SEMBRA PROPRIO DI NO!!!

    Nessuno è perfetto, è chiaro.
    Il movimento è nato da poco ed ha sicuramente bisogno di tempo per maturare.. ovvio!
    Continua pure a criticare Grillo. Le critiche fanno crescere. Ma cerca di guardare, d'esaminare le persone che stai difendendo.
    Di sinistra non hanno più niente.
    Ti abbraccio.

    Enrica
     
    Ultima modifica di un moderatore: 18 Giugno 2016
  6. GinoSimone
    GinoSimone Well-Known Member
    Registrato:
    9 Aprile 2011
    Messaggi:
    60
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    ...OK Enrica fermiamoci qui, continuare così a questo punto, non ha senso. Le nostre distanze rimangono siderali, lontane anni luce.
    L'augurio è sperare che il nostro piccolo impegno politico, anche se fatto da posizioni diverse, possa contribuire a migliorare l'Italia.
    Un salutone accompagnato da un …..GRAZIE !!! …..grande così. Gino simone
     
  7. Enrica Degiorgi
    Enrica Degiorgi New Member
    Registrato:
    12 Marzo 2008
    Messaggi:
    3
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Gino,
    ho tanti bei ricordi di te e mio padre nelle varie sezioni del partito a Morciano. Per me la sinistra italiana è stata una grande delusione e lo dico con dispiacere.

    Ti ringrazio per il confronto e spero, un giorno, di poterne parlare di persona.

    Un abbraccio!

    Enrica
     

Condividi questa Pagina