MAIL di un cittadino di Torre Vado

  1. antonello
    antonello Utente
    Registrato:
    11 Febbraio 2003
    Messaggi:
    107
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    All'attenzione del Sig.
    ANTONELLO SIMONETTI
    Consigliere Comunale
    Morciano di Leuca


    Si trasmette per conoscenza (essendo Lei un Consigliere del Comune di Morciano di Leuca), la presente lettera aperta inviata agli Organi di stampa e di Informazione, al Responsabile Tecnico dell'Acquedotto Pugliese, ad Autorità, Responsabili di Enti, Istituzioni, Sindaci dei Comuni interessati, Associazioni, con la quale si denuncia la drammatica situazione in cui si trova attualmente la Comunità di Torre Vado (Morciano di Leuca).
    Purtroppo non è stato possibile inviare copia della suddetta direttamente al Sindaco Giovanni Pisanò, in quanto il Comune di Morciano non ha provveduto al rinnovo del dominio per il proprio sito internet e non risulta disponga di una propria casella di posta elettronica.
    Cordiali Saluti
    prof. Orazio Venuti
    Torre Vado






    Alla Spettabile Redazione
    (con preghiera di pubblicazione)



    Sono un cittadino residente nella marina di Torre Vado, rientrante nel Comune di Morciano di Leuca (Lecce).
    Desidero segnalare alla cortese attenzione della Redazione un problema urgente con il quale è confrontata oggi la comunità, sia di residenti, sia di turisti, villeggianti nella nostra località.
    Mi permetto di effettuare, a nome della comunità, e a seguito delle continue, persistenti, e fino ad oggi inascoltate lamentele, un accorato appello affinché si possa urgentemente e di comune accordo tra le Autorità ed i Tecnici (i Sindaci dei Comuni interessati quali Morciano di Leuca, Salve, Presicce, Castrignano del Capo, Corsano, il Commissario Delegato all'Emergenza Ambientale e Presidente della Regione Raffaele Fitto, il Prefetto di Lecce, il Responsabile Tecnico dell'Acquedotto Pugliese, Compartimento di Lecce Sig. Emilio Tarquinio), trovare una urgente soluzione alla drammatica situazione venutasi a creare nella Marina di Torre Vado per diverse cause:
    - enorme aumento della quantità dei liquami provenienti dai pozzi neri, dovuta all'incremento notevolissimo del flusso turistico nelle marine;
    - veto posto dall'Acquedotto Pugliese allo scarico dei liquami provenienti daii Comuni limitrofi nel depuratore di Corsano, come avveniva fino ad alcuni mesi fa;
    - chiusura anticipata alle ore 14.00 invece che alle 22.00 del depuratore di Presicce, con conseguente inferiore quantità dei liquami smaltiti:
    - mancato funzionamento del depuratore esistente nel Comune di Morciano di Leuca, che dovrebbe servire le località di Morciano e di Salve;
    - riduzione dei mezzi di trasporto operanti sul territorio (caso Taurisano).
    Il problema del quale mi permetto dare segnalazione in questa sede è l’assoluta e drammatica insufficienza, segnalata, sia dalla cittadinanza, che dai dipendenti delle ditte interessate, in merito allo smaltimento dei liquami dei pozzi neri.
    Queste ditte, come è risaputo, provvedono attualmente allo smaltimento dei liquami nell’unico depuratore in funzione, quello di Presicce, che è oltre tutto di proprietà privata, con le relative conseguenze che ciò comporta, come ad esempio la già citata chiusura dello stesso, a partire dalle ore 14.00 invece che alle 22.00 come è accaduto fino al mese scorso, con conseguenti ulteriori disagi a danno della cittadinanza, che non riesce a far svuotare i propri pozzi neri.
    Si potrebbero inoltre sensibilizzare sul tema, data l'urgenza e la drammaticità dello stesso, oltre agli Organi di stampa e di informazione, gli Assessori al Turismo, all’Ambiente ed ai Lavori Pubblici, per la parte di relativa competenza, e per evitare che una negativa indagine degli Organi di informazione a livello nazionale vanifichi magari sforzi di Enti, APT, ed Operatori del settore turistico, le ASL e gli Uffici Igiene, le Associazioni ambientaliste esistenti ed operanti sul territorio, quali Legambiente, Italia Nostra, WWF, ed altre.
    Se nulla dovesse muoversi si potrebbe proporre alle più importanti testate giornalistiche un educational tour per giornalisti della stampa specializzata (con in testa tedeschi e svizzeri, con l'organizzazione di visita guidata al depuratore di Presicce, dove già all'alba sono decine gli autospurgo che aspettano, per i motivi sopra esposti, di scaricare i liquami).
    In questo mese di agosto sono numerosissime le presenze di turisti provenienti da tali Paesi, ed alcuni di questi villeggianti sono stati visti filmare e scattare foto concernenti tale drammatico problema ambientale, del quale avranno modo di discutere con gli amici in inverno, o una volta rientrati nelle rispettive località di residenza, magari di fronte ad un buon boccale di birra o ad una fumante fondue.
    Un’ultima considerazione: ogni giorno, sia leggendo i giornali, sia guardando il numeroso incremento delle presenze turistiche che è sotto gli occhi di tutti, veniamo a conoscenza dell’enorme successo turistico che il Capo di Leuca continua ad avere. Non passa giorno che la stampa non ci informi dell’arrivo nel Salento, di Vip, di personaggi famosi, cantanti, attori, veline, letterine, modelle, personaggi dello spettacolo, ecc., talvolta con la presenza e la ripresa degli organi di informazione nazionali (come è accaduto il 7 giugno scorso con l'importante presenza della RAI).
    Si parla addirittura di fare del Capo di Leuca, per motivi di richiamo internazionale, un Principato, e si è già a conoscenza che il relativo marchio è stato realizzato e depositato; inoltre un calendario con i luoghi più suggestivi del sud Salento è in preparazione per il prossimo anno, affidato aagli esperti clik di fotografi internazionali famosi.
    Aiutateci, cari giornalisti, a fare in modo che chi viene a visitare il Salento riporti con sé altri ricordi di vacanza, altre immagini, altre emozioni, e non l'incubo di non poter effettuare un bisogno fisiologico perché il ......................livello è ormai colmo.
    Non lasciamo che gli enormi sforzi degli Enti preposti al settore turistico (pensiamo solo alla partecipazione, sia della Regione Puglia, che della Provincia e dei Comuni salentini, oltre che degli operatori, alle più importanti Fiere nazionali ed internazionali, vengano poi vanificati per l’assoluta cronica mancanza od insufficienza dei servizi, o peggio, per l'ottusità di qualche amministratore o tecnico o burocrate, di fronte al quale il singolo cittadino si trova assolutamente impotente.

    Prof. Dott. Orazio Venuti
    Torre Vado (Morciano di Leuca)
    Lecce

    quanto inviatomi è stato protocollato presso il Comune di Morciano in data odierna , nella speranza che il Sindaco voglia dare risposta almeno alle interrogazione dei Cittadini.
     

Condividi questa Pagina