Obbligo di sostituzione della targa per cinquantino in quella con la nuova targa 6 cifre.

  1. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.394
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Obbligo di sostituzione della targa per cinquantino in quella con la nuova targa 6 cifre.

    Se fino a ieri è stata una scelta opzionale, presto sarà obbligatorio per qualsiasi cinquantino che voglia ancora circolare avere una delle nuove targhe quadrate a 6 cifre. Se avete la vecchia targhina esagonale, è un obbligo per tutti.

    Secondo la legge n°120 del 29 luglio:

    - entro sessanta giorni – 1° giugno 2011 - per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione la cui sequenza numerica inizia per “0″, “1″ e “2″;

    - entro centoventi giorni – 31 agosto 2011- per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione la cui sequenza numerica inizia per “3″, “4″ e “5″;

    - entro centottanta giorni – 30 ottobre 2011- per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione la cui sequenza numerica inizia per “6″, “7″ e “8″;

    - entro duecentoquaranta giorni – 29 dicembre 2011 – e comunque non oltre il 12 febbraio 2012, per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione la cui sequenza numerica inizia per “9″ e la cui sequenza alfanumerica inizia con la lettera “A”
    Multe da 389€ a 1.559€!

    Chiunque circola con un ciclomotore non regolarizzato in conformità alle disposizioni di cui al comma 2 è soggetto alla sanzione amministrativa che può variare da 389€ a 1.559€”.

    Il vantaggio nell’immatricolazione con la nuova stava nella possibilità di trasportare il passeggero anche sui cinquantini, cosa che, ancora oggi, non è possibile col targhino “esagonale” a 5 cifre.
     
  2. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.394
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Aggiornamento:

    Gli indicati termini hanno tuttavia carattere ordinatorio; infatti la sanzione pecuniaria prevista dall'art. 14, comma 3, della citata legge n. 120/2010 (da euro 389 a euro1.559) è applicabile unicamente a decorrere dal 13 febbraio 2012 nei confronti di coloro che circolino con ciclomotori non regolarizzati.