Pensione

  1. nomade
    nomade Utente
    Registrato:
    6 Maggio 2005
    Messaggi:
    71
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Signor Madaro,come vede ogni tanto mi faccio sentire anche se mi piacerebbe di più mandare questa lettera al nostro Presidente della Regione.Sono sicuro però che lei si impegnerà a farlo.

    Bene Signor Madaro,mio padre nell'anno 2005 precisamente nel mese di agosto è arrivato in pensione(Virtuale).
    Con molto anticipo del compimento del 65° anno di età ha fatto la domanda,sperando da buon contribuente che per il primo di settembre avesse ricevuto il tanto desiderato libretto di pensione.
    Bene anzi benissimo,ma lei non ci crederà,la pensione si dico bene la pensione nemmeno il colore.
    Allora Signor Madaro le faccio presente che mio padre deve mangiare tutti i giorni,e non due volte l'anno.
    Le bollette del telefono si pagano ogni due mesi,idem il gas,l'elettricità,il bollo auto,l'assicurazione ecc.ecc.
    Quello che mi manda in bestia è solo una cosa: quando dobbiamo pagare contributi INPS,dobbiamo rispettare date strettamente rigorose,altrimenti gli interessi ed i ritardi di pagamento, sembrano degli strozzini,quando invece li dobbiamo ricevere i nostri soldi,ripeto i nostri soldi, ci sentiamo dire,che vi è poco personale e le domande sono tante.Ma dove viviamo?
    Se non ci fosse legge, ne vedreste delle belle in questa Italia dei balocchi.
    Signor Madaro questi sono i problemi di tutti i giorni.

    Dopo tutto lascio a lei la riflessione.A risentirci.
     

Condividi questa Pagina