Provincia di Lecce: AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI

  1. Wtrotta
    Wtrotta Utente
    Registrato:
    28 Ottobre 2007
    Messaggi:
    1.846
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI
    (BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI)
    PER IL SOSTEGNO DELL’ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA
    PROVINCIA DI LECCE.

    Premesso che:
    - la crisi finanziaria internazionale e le relative ricadute sull’andamento dell’economia reale continuano a perdurare incidendo in modo particolare sulla fascia meno protetta della classe imprenditoriale e, segnatamente, sulle piccole e medie imprese del settore edile e sulle numerose attività artigianali connesse. La situazione risulta ulteriormente aggravata dalle rigide regole imposte dal Patto di Stabilità Interno cui devono sottostare i Comuni con oltre 5.000 abitanti e le Amministrazioni Provinciali al fine di concorrere alla realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica. Gli stringenti vincoli imposti dal Patto hanno, infatti, creato nella realtà
    quotidiana, un blocco dei pagamenti per spese di investimento a favore dei fornitori degli enti, anche quando tali spese sono conseguenti ad obbligazioni legittimamente assunte negli esercizi precedenti;

    - conseguentemente, la necessità di ricorso al credito da parte delle imprese e la relativa esposizione nei confronti delle banche assumono dimensioni sempre più rilevanti, non solo per sopperire alle normali esigenze di sviluppo, ma anche e soprattutto per far fronte alla mancata
    acquisizione di liquidità a fronte di lavori eseguiti;

    - in questo contesto le amministrazioni locali devono intervenire per attivare processi virtuosi, nell’ambito delle proprie competenze istituzionali, con gli strumenti che l’ordinamento mette a loro disposizione, tenuto conto del ruolo sempre più marcato di governance delle collettività amministrate che gli enti locali hanno assunto nell’assetto costituzionale.

    In considerazione di quanto sopra evidenziato appare, pertanto, opportuna l’attivazione di strumenti finalizzati a favorire l’accesso al credito delle imprese, agevolando la cessione di crediti vantati dalle stesse nei confronti degli enti, opportunità espressamente prevista dalla normativa e giàutilizzata dalla Provincia di Lecce nel corso del 2010.

    Riferimenti normativi
    L’art. 9, comma 3 bis, del Decreto Legge n. 185 (convertito dalla Legge n. 2/2009), così come modificato dall’art. 1, comma 16, del Decreto Legge n. 194/2009 (convertito dalla Legge n. 25/2010) e dall’art. 31 del Decreto Legge n. 78/2010 (convertito dalla Legge n. 122/2010), nell’ambito delle “Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e imprese e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale” prevede che “A partire dall’anno 2009, su istanza del creditore di somme dovute per somministrazioni, forniture e appalti, le regioni, gli enti locali e gli enti del Servizio Sanitario Nazionale, nel rispetto dei limiti di cui agli articoli n. 77- bis e n. 77-ter del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008 n. 133, possono certificare entro il termine di venti giorni dalla data di
    ricezione dell’istanza, se il relativo credito sia certo, liquido ed esigibile, anche al fine di consentire al creditore la cessione pro soluto a favore di banche o intermediari finanziari riconosciuti dalla legislazione vigente”.
    Con decreto MEF 19/05/2009 sono state definite le modalità per la presentazione da parte delle imprese all’amministrazione debitrice delle istanze di certificazione del credito e per la successiva certificazione dello stesso da parte degli enti, ai fini della cessione del medesimo credito pro solutoa banche o intermediari finanziari autorizzati ai sensi del D.Lgs. n. 385 del 01/09/1993 e successive modificazioni e integrazioni.

    Oggetto e finalità del presente avviso

    La Provincia intende procedere in attuazione della suddetta normativa e in ottemperanza alla Deliberazione di Giunta Provinciale n. 30 del 5/03/2012 alla creazione di un elenco di soggetti “Operatori finanziari” (banche o intermediari finanziari) disposti a fornire concessioni di credito ad imprese creditrici dell’Ente, al fine di giungere ad un elenco selezionato di soggetti, con i quali sottoscrivere apposito accordo ( allegato “H” al presente avviso), che rispondano a determinati
    requisiti, da pubblicare sul proprio sito internet istituzionale per facilitare le imprese nellosmobilizzo dei propri crediti.
    Nei confronti degli operatori finanziari individuati all’interno dell’elenco, la Provincia rilascerà, su richiesta del creditore, la certificazione del credito, come previsto nel Decreto Ministero Economia e Finanze del 19/05/2009.
    Requisiti richiesti
    Per le banche: iscrizione negli Albi delle Banche o dei Gruppi Bancari della Banca d’Italia;
    Per gli intermediari finanziari: Iscrizione nell’elenco degli intermediari finanziari di cui all’art. 106 del D. Lgs n. 385/1993.
    Prestazioni richieste
    Agli operatori finanziari (banche o intermediari finanziari) che intendono aderire all’iniziativa, con conseguente inserimento nell’elenco che verrà predisposto dalla Provincia di Lecce, sono richiestele sotto elencate prestazioni:

    a. Anticipo di fatture tramite cessione pro-soluto del credito;
    b. cessione del credito tramite factoring.

    L’impresa creditrice potrà chiedere alla Provincia apposita certificazione del credito soggetto alla cessione secondo le modalità indicate nel Decreto MEF del 19/5/2009 (allegato 1 al decreto).
    La Provincia rilascerà, per i propri debiti che saranno certi, liquidi ed esigibili, apposita certificazione secondo le modalità previste dal decreto MEF del 19/5/2009 (modello di certificazione - allegato n.2 al decreto).

    Caratteristiche minime richieste:
    Le proposte degli Istituti interessati dovranno garantire per le imprese creditrici dell’Ente i seguenti requisiti minimi:

    1. plafond di credito globale di almeno € 3.000.000,00.
    2. durata dell’anticipo: entro 12 mesi dalla data della notifica alla Provincia di Lecce della cessione (ferma restando la scadenza effettiva del pagamento indicata dalla Provincia).
    3. Ammontare dell’anticipo: fino al 100% dell’importo del credito vantato dal fornitore e certificato;

    Le caratteristiche minime richieste sopra indicate sono riportate sulle schede allegate al presente avviso da usare rispettivamente per le offerte di “anticipo fatture” tramite cessione pro-soluto dei crediti (allegato “F”) e di “factoring” (allegato “G”).
    Tali schede dovranno essere utilizzate dai soggetti interessati per aderire all’iniziativa e proporre le migliori offerte che gli stessi ritengono di poter presentare (spread applicato al tasso Euribor a 3 mesi/365 ed altre informazioni) a completamento delle caratteristiche tecniche a favore dei creditori della Provincia di LECCE.

    Si precisa che:

    1) l’adesione all’iniziativa e la pubblicazione dell’elenco sul sito istituzionale della Provincia non comporta alcuna spesa a carico dell’Ente;

    2) eventuali successivi contratti fra le imprese creditrici e gli operatori finanziari non dovranno comportare né oneri finanziari né altri obblighi per la Provincia che dovrà rimanere soggetto estraneo a tali contratti;

    3) la valutazione del merito creditizio in ordine alla possibilità dell’effettiva conclusione dell’operazione rimane esclusivamente in capo agli operatori finanziari e dovrà essere effettuata nel termine massimo di un mese dalla richiesta dell’impresa;

    4) La Provincia provvederà alla certificazione del credito a seguito dei dovuti riscontri da parte del Responsabile del procedimento sulla esigibilità delle fatture, ivi compresa la regolarità della posizione del fornitore ai sensi dell’art. 48 bis del DPR 602/1973, nonché la regolarità contributiva ai sensi della normativa vigente in materia di certificazione Durc, e che pertanto saranno esclusi dalla certificazione i crediti che non siano nella esclusiva e incondizionata titolarità del fornitore per qualsiasi voglia causa;

    5) L’atto di cessione del credito dovrà essere formalizzato mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata da notificare alla Provincia come previsto dall’art. 117 del D.lgs 163 del 12/04/2006.

    Inserimento nell’elenco e pubblicazione La Provincia provvederà a prendere atto delle dichiarazioni presentate e, previa sottoscrizione di
    apposito accordo secondo lo schema allegato “H”al presente avviso, a stilare un elenco dei soggetti rispondenti ai requisiti richiesti che abbiano presentato offerte rispettose delle caratteristiche tecniche minime sopra indicate.
    L’elenco degli operatori finanziari completato dalle caratteristiche tecniche delle offerte pervenute sarà pubblicato sul sito internet istituzionale della Provincia di LECCE (www.provincia.le.it)

    Validità dell’elenco

    L’elenco di che trattasi avrà validità fino al 31/12/2012 e resterà pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente Provincia fino a tale data.
    La Provincia si riserva sin d’ora di richiedere agli Istituti aderenti una proroga dell’impegno prestato, sino al 31/12/2013, con eventuale aggiornamento delle condizioni finanziarie dell’offerta.

    Adesione all’iniziativa

    I soggetti interessati dovranno comunicare la propria formale adesione all’iniziativa, con richiesta di iscrizione nel relativo elenco della Provincia, inviando specifica nota ad oggetto “adesione all’iniziativa finalizzata alla formazione di un elenco di operatori finanziari volta a favorire l’accesso al credito dei fornitori della Provincia di Lecce” alla Provincia di LECCE – Servizio
    Risorse Finanziarie – Via Umberto I, n. 13 – 73100 LECCE, con una delle seguenti modalità:

    1) a mezzo fax al numero 0832 683468;
    2) per il tramite del servizio postale o agenzia di recapito;
    3) consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo della Provincia (Via Umberto I, n. 13, 73100 Lecce);

    Si prega di voler comunicare la propria adesione entro il giorno 21/03/2012, al fine di poter procedere in tempi brevi ai successivi adempimenti, fermo restando che l’elenco resterà aperto ad eventuali successive adesioni, se ritenute, ad insindacabile giudizio della Provincia, rispondenti alle finalità dell’iniziativa.
    Nella domanda dovrà essere indicato un recapito telefonico o di fax e indirizzo e-mail da utilizzare per eventuali successive comunicazioni.

    Documentazione da inviare

    Alla lettera di adesione dovranno essere allegate:
    1. le/a schede/a relative/a ai contratti di “anticipo fatture” tramite cessione pro-soluto deli crediti e/o “factoring” (allegati “F” e “G”);
    2. la certificazione attestante il possesso dei requisiti soggettivi richiesti all’operatore finanziario ed ogni e qualsiasi documentazione che gli interessati riterranno utile produrre.

    La Provincia si riserva di valutare l’ammissione degli operatori finanziari in ragione della documentazione inviata che ne dimostra i requisiti, riservandosi di poter richiedere comunque in ogni momento informazioni e/o integrazioni necessarie ai fini dell’operatività dell’iniziativa.

    La Provincia si impegna a rendere noti tempestivamente, con i mezzi che riterrà opportuni, l’elenco degli operatori finanziari aderenti all’iniziativa ai propri fornitori potenzialmente interessati.
    Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Provincia di LECCE – nelle persone del Dirigente del Servizio Risorse Finanziarie (Dott. Pantaleo Isceri tel. 0832 683219, fax n. 0832
    683486 e-mail isceri@provincia.le.it ) e del Responsabile dell’Ufficio Gestione indebitamento e Investimenti Finanziari (Dott. Giuseppe Bianco tel 0832 683226, fax 0832683486 e-mail gbianco@provincia.le.it ).

    Allegati:
    1. Allegato A: Istanza per la certificazione del credito;
    2. Allegato B: Certificazione del credito;
    3. Allegato C: Autorizzazione al trattamento dei dati personali (Documento per verifica Equitalia – Circ. MEF/Rag. Gen. dello Stato n. 29 8/10/2009;
    4. Allegato D: accettazione della cessione del credito;
    5. Allegato E: dichiarazione c/c dedicato;
    6. Allegato F: scheda anticipo fatture tramite cessione pro-soluto del credito;
    7. Allegato G: scheda per factoring;
    8. Allegato H: schema accordo tra Provincia e Istituto finanziario.
     

    Files Allegati: