Raccolta differenziata: dubbi e perplessità

  1. capodileuca
    capodileuca Utente
    Registrato:
    27 Dicembre 2002
    Messaggi:
    414
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Oggi, riprendendo il lavoro fatto qualche tempo fa e pubblicato su questo sito, sono tornato sul portale della regione ed ho scaricato i dati della raccolta rifiuti del nostro Comune. Tralasciando il fatto che i dati sono aggiornati a Settembre, subito alcuni dati di quest'anno mi sono sembrati "strani".

    [​IMG]

    In particolare non sono riuscito a spiegarmi la quantità spropositata di rifiuti raccolta nel mese di Luglio. Un incremento dei valori è normale nel periodo estivo, considerando il notevole afflusso di turisti della nostra Marina. Non sono spiegabili però né il rapporto “Kg Luglio” / “media Kg periodo non estivo” così elevato (si supera abbondantemente il rapporto 14/1), né il fatto che il picco sia nel mese di luglio (notoriamente nei nostri comuni è agosto il mese in cui vengono prodotti più rifiuti).

    Ho pensato quindi di confrontare i valori con quelli del 2008:

    [​IMG]

    Nel raffronto ho trovato la conferma che i dati evidenziati prima sono anomali (luglio 2008: 204 Tonnellate – Luglio 2009: 1.463 Tonnellate).
    Mi sono allora ricordato dell'emergenza rifiuti che all'inizio dell'estate stava per compromettere la stagione turistica. Forse, mi son detto, il carico anomalo del mese di Luglio è dovuto allo smaltimento dei rifiuti non conferiti a Giugno. Però a questo punto avrei dovuto riscontrare una quantità inferiore di rifiuti proprio a Giugno, cosa non accaduta.
    Decido allora di fare un ulteriore confronto, prendendo i dati di un comune vicino e simile al nostro come “vocazione turistica”. Se Morciano ha avuto un picco così evidente, lo avrà avuto anche Salve! Ed ecco i dati:

    [​IMG]

    Sorpresa delle sorprese: niente! A Salve sembra tutto essere normale. E l'ipotesi “dato anomalo dovuto all'emergenza rifiuti” si scioglie come neve al sole di luglio!

    Non sono soddisfatto e cerco anche i dati di Patù e Castrignano del Capo.

    Patù:

    [​IMG]

    Castrignano:

    [​IMG]

    La situazione si complica: mentre per Patù la situazione sembra simile a Morciano, a Castrignano non viene evidenziato nulla di particolare, così come per Salve.
    Le domande che mi faccio (e a cui spero qualcuno sappia dare risposta) sono:

    -A cosa è dovuto l'incremento di rifiuti riscontrato a Luglio a Morciano?
    -Perchè una così netta differenza rispetto a comuni vicini come Salve e Castrignano del Capo?
    -Chi ed in che modo si occupa della raccolta dei dati nel nostro Comune?
    -E' possibile che siano stati “caricati” su Morciano e Patù quantità eccedenti provenienti da comuni limitrofi?
    -Una peggiore performance in termini di raccolta differenziata cosa comporta per i Morcianesi rispetto a cittadini di comuni più “ricicloni”? La TARSU è forse più alta?
     

    Files Allegati:

  2. GinoSimone
    GinoSimone Well-Known Member
    Registrato:
    9 Aprile 2011
    Messaggi:
    60
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Giulio, un grazie alla tua legittima, pertinente e cocciuta curiosità. In questi ultimi anni abbiamo assistito ad un aumento esponenziale delle tariffe inerenti la raccolta dei rifiuti solidi urbani, senza avere mai capito la ragione. Oggi, la tua inchiesta, può aprire uno squarcio di luce nuova sul perché, in questi anni, il costo, è arrivato alle stelle.
    Dalle tabelle riportate, par di capire che una delle cause che maggiormente hanno comportato la lievitazione dei costi, sia da imputare ad una eccessiva e anomala “produzione di rifiuti”. Dopo la tua interessante segnalazione, ho buon motivo di credere che l’attuale Amministrazione non solo aprirà una indagine conoscitiva su quanto da te segnalato, ma, se vi saranno riscontri di palesi incongruenze, non si esimerà dal prendere i dovuti provvedimenti con azioni consone al caso.
    La mia convinzione nasce dal fatto che, non più tardi di una settimana fa, in un incontro avuto con il Sindaco Luca Durante, proprio sull’argomento rifiuti, facevo presente che non era più rinviabile un incontro/confronto con la Società addetta alla raccolta. Un incontro per chiedere chiarimenti su come si è potuti arrivare alle cifre iperboliche di oggi e dire chiaramente che, da ora in avanti, non sarebbero più state tollerate richieste di aumenti a scatola chiusa, alla stregua di un Bancomat. Il Sindaco, molto cortesemente, mi informava che stavano già intervenendo e che il “dossier rifiuti”, è tra le priorità più urgenti della nuova Amministrazione. Con gratitudine, per la tua interessante e utile inchiesta. Gino simone.
    Morciano di Leuca: 23 Novembre 2014
     

Condividi questa Pagina