Raccolta rifiuti : Il nuovo servizio

  1. antonello
    antonello Utente
    Registrato:
    11 Febbraio 2003
    Messaggi:
    107
    Mi Piace Ricevuti:
    0
  2. sid
    sid Utente
    Registrato:
    11 Luglio 2006
    Messaggi:
    28
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Saluti Antonello e saluti a quanti leggono queste discussioni( spero tanti e anche qualche politico con incarichi amministrativi).
    Ho apprezzato molto la presentazione del servizio di raccolta "porta a porta", devo dire che è un buon inizio. Buoni propositi e spero che si stia, effettivamente, passando dalle parole (chiacchiere)ai fatti.
    Ho sempre sognato di vedere incontaminato il nostro territorio (egoista)invece delle discariche a cielo aperto, scarichi abusivi che deturpano ed inquinano quanto di bello abbiamo. Ma mi chiedevo e nello stesso tempo chiedo: perchè non iniziare, prima o contemporaneamente, una campagna educativa nei confronti del cittadino-utente e far capire che il principio che regola il sistema è 8o potrebbe essere) "chi più differenzia, meno paga"? Perchè non istituire figure di "Ecovolontari" per quanti, essendo particolarmente sensibili alle questioni ambientali legate ai rifiuti, fossero interessati a collaborare con le Amministrazioni di riferimento? e poi, visto che molti cittadinbi-utenti hanno il giardino/orto, perchè alle stesse utenze domestiche che, avendo, eventualmente, rinunciato al conferimento dei rifiuti organici e prticando il compostaggio domestico, non si possono applicare riduzioni e/o sconti sulla tariffa?
    grazie
    Sid[}:)]
     
  3. capodileuca
    capodileuca Utente
    Registrato:
    27 Dicembre 2002
    Messaggi:
    414
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ciao Sid!
    Anch'io ho molto a cuore la questione "raccolta differenziata", (se non altro perchè studio Scienze Ambientali). Guardando il grafico all'interno del nuovo capitolato d'appalto si può notare come la raccolta porta a porta abbia fatto aumentare di molto la percentuale di differenziata. Ora sta alle varie amministrazioni far capire che differenziare CONVIENE!!!
    -CONVIENE perchè eviteremo di trovare, alzandoci un mattino, una discarica a due passi da casa nostra (chiedere a chi già ce l'ha!);
    -CONVIENE perchè si risparmiano soldi sullo smaltimento e potrebbe abbassarsi la TARSU (la tassa sui rifiuti solidi urbani);
    -CONVIENE perchè risparmiamo sulle materie prime (vetro, plastica, alluminio possono "risorgere" più volte di quanto si possa immaginare);
    -CONVIENE perchè ci fa sentire a posto con la coscienza (e scusate se è poco!!!).
    Da quello che noto dal grafico su citato, dopo un picco iniziale, dovuto all'euforia della novità, c'è stato un decremento della % di raccolta differenziata. Il segreto credo sia proprio nel tenere vivo quell'entusiasmo nel differenziare osservato all'inizio.
    Possiamo fare tanto con poco.
    Un esempio: nei vari locali sul lungomare a Torre Vado (Pelagus, Stark, Martinucci, ....) non ho visto nessun contenitore per la differenziata. Pensate a quante bottiglie di birre, bacardi, e bevande varie vanno a finire nell'indifferenziato! Dei bei bidoncini colorati che invitino a differenziare darebbero anche lustro alla nostra cittadina nei confronti di quei turisti che sono abituati nelle loro città natie a farlo già da ormai molti anni. Se poi oltre a fare le multe per i parcheggi, i vigili facessero qualche passeggiata sul lungomare "invitando" anche con delle mini-multe da pochi euro ad essere più civili, forse la raccolta differenziata, quella vera, non sarebbe più un'utopia!
     
  4. sid
    sid Utente
    Registrato:
    11 Luglio 2006
    Messaggi:
    28
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    ciao CAPODILEUCA,
    condivido tutto quanto della Tua risposta;
    continuo a sperare che "QUALCUNO" legga!!!!
    SID:)
     
  5. antonello
    antonello Utente
    Registrato:
    11 Febbraio 2003
    Messaggi:
    107
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ciao sid e capo di leuca
    posso solo aggiungere a quanto di vero ed esatto avete detto che , dalle informazioni avute , a settembre partirà una massiccia operazione di informazione-educazione , con il coinvolgimento di tutti i comuni le scuole e associazoioni .
    Vorrei altresì aggiungere che il problema sta anche nella prossima chiusura di alcune discariche ormai al collasso: vedi chiusura discarica di Nardò (15 novembre 2006 , con ordinanza del commissario delegato all'ambiente Nichi Vendola ) e prossima chiusura discarica ugento ( prevista per gennaio 2007 ) e.....poi dove andrema a conferire i nostri rifiuti ?
    inportantissimo è capire che la gestione ed i comportamenti di tutti noi cittadini verso il problema rifiuti è una sfida che deve veder impegnati tutti , nessuno escluso .
    e come dice Pantaleo: " amare il salento.....è come amare se stessi ........impegnamoci a farlo crescere
    saluti
    antonello
     
  6. Rocco Martinucci
    Rocco Martinucci Utente
    Registrato:
    6 Dicembre 2006
    Messaggi:
    1
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    CapodiLeuca dice:
    Un esempio: nei vari locali sul lungomare a Torre Vado (Pelagus, Stark, Martinucci, ....) non ho visto nessun contenitore per la differenziata. Pensate a quante bottiglie di birre, bacardi, e bevande varie vanno a finire nell'indifferenziato! Dei bei bidoncini colorati che invitino a differenziare darebbero anche lustro alla nostra cittadina nei confronti di quei turisti che sono abituati nelle loro città natie a farlo già da ormai molti anni. Se poi oltre a fare le multe per i parcheggi, i vigili facessero qualche passeggiata sul lungomare "invitando" anche con delle mini-multe da pochi euro ad essere più civili, forse la raccolta differenziata, quella vera, non sarebbe più un'utopia!

    In merito alla raccolta differenziata devo ammettere che la mia azienda non ha provveduto mai alla collocazione di contenitori separati per carta e plastica, questo però non implica una nostra disattenzione verso le tematiche ambientali. Infatti la mia azienda è dotata sia di certificazione di qualità UNI EN ISO 9002 che , in particolare , di certificazione ambientale UNI EN ISO 14001 che prevede che siano tracciabili tutti gli scarti della produzione.
     
  7. sid
    sid Utente
    Registrato:
    11 Luglio 2006
    Messaggi:
    28
    Mi Piace Ricevuti:
    0
     
  8. sid
    sid Utente
    Registrato:
    11 Luglio 2006
    Messaggi:
    28
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Carissimo Rocco Martinucci,
    il Tuo intervento e la Tua risposta al Forum mi sollecitano una mia ulteriore riflessione.
    In questi anni le questioni legate all'ambiente sono diventate di fondamentale importanza, ma non considerate da molti con la stessa sensibilità, soprattutto da chi amministra.
    Tu e chi ha la opportuna sensibilità, ha cura della tutela del territorio, crea immagine e occasioni di lavoro (conosco e apprezzo la Tua pasticceria, i Tuoi gelati, ecc. e.., complimenti per le certificazioni di qualità ed ambientali,danno lustro e nobiltà all Tua azienda)ripsarmiano in risorse e hanno rispetto degli altri esseri viventi. obiettivi ambiziosi, che se condivisi hanno bisogno, per essere raggiunti di collaborazione e partecipazione attiva e consapevole dei cittadini.
    Ma quanti leggono e/o seguono le Tue considerazioni? quanti commercianti fanno la raccolta differenziata? Quali e quanti controlli effettua l'Amministrazione comunale e/o provinciale sulla raccolta dei rifiuti e più nello specifico sulla tutela ambientale?
    Condivido con Te l'ambiente come questione di importanza strategica, e credo fermamente di dover essere di esempio, insieme ad alcune realtà Associative del territorio, e spiegare ai tanti cittadini che hanno sensibilità in quali forme si esplica l'attività di chi sostiene l'ambiente e il proprio territorio.
    Ancor di più credo che attraverso un lavoro costante e coerente si possano avere grandi risultati, ma perchè siano condivisi c'è bisogno di confronto continuo e costruttivo tra chi ha responsabilità amministrative e cittadini, Associazioni, Agenzie educative, ecc.
    un saluto fraterno e auguri di buone feste
     
  9. firak
    firak Utente
    Registrato:
    16 Febbraio 2007
    Messaggi:
    2
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Salve,
    ho buone notizie!
    ora anche in Puglia possiamo trattare la frazione umida senza rischi e disagi ambientali.
    sia a livello privato , che come modalità di gestione discariche,
    con il sitema EM, la scaricha non puzza piu'.
    E' quindi auspicabile che tutti gli operatori del settore ambiente sappiano ed usino questo sembliece metodo naturale, per il compostaggio e la bistabilizzazione.
    moare
    Da alcune dichiarazioni pubbliche ell' on. Fitto,
    a da alcune lementele dei cittandini,
    sembra che in Puglia non si sappia bene come gestire la frazione umida.
    Ebbene - la bistabilizzazione e' è quasi immeddiata con EM.
    Se si vuole si puo costruire un inpianto di compostaggio per la frazione umida- a livello idustriale, che produce ottimo concime, con EM - come fanno a Campo Tures (Bolzano), non c'è alcun inpatto ambietale.
    E se propo vogliamo usare i temovalirizzatori ed iceneritori, grazie all' EM possiamo ridurre le emissioni del 90%, con già documentato in giappone.
    Per chi volesse divulgare ad approfondire questa metodologia, puo' contattarmi direttamente.
     
  10. capodileuca
    capodileuca Utente
    Registrato:
    27 Dicembre 2002
    Messaggi:
    414
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Vi consiglio la visione di questa breve intervista (dura circa 8 minuti) tratta dal blog di Beppe Grillo, che ben sintetizza il problema dello smaltimento dei rifiuti e illustra come la raccolta differenziata sia ad oggi la via più corretta da seguire.

    [ame]http://www.youtube.com/watch?v=I12FwO1XqsU[/ame]

    Un appello agli insegnanti: fatela vedere ai vostri alunni!