Terremoto in Abruzzo, una tragedia!

  1. AnnaMaria
    AnnaMaria Utente
    Registrato:
    10 Febbraio 2003
    Messaggi:
    484
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    E' difficile trovare le parole di fronte a tanta sofferenza.
    Ancora più difficile trovare il senso di tutto ciò.

    Sogni spezzati, sorrisi che non ci saranno più, intere vite fatte di affetti, quotidianetà e progetti, giochi e speranze ...

    Un brivido stringe i cuori di tutti noi e ci fa sentire vicini al cuore di tutti coloro che in questa tragedia hanno perso i loro figli e le persone che amavano.

    Difficile davvero dare un senso a tutto ciò.


    Ama la vita così com'è
    Amala pienamente,senza pretese;
    amala quando ti amano o quando ti odiano,
    amala quando nessuno ti capisce,
    o quando tutti ti comprendono.

    Amala quando tutti ti abbandonano,
    o quando ti esaltano come un re.
    Amala quando ti rubano tutto,
    o quando te lo regalano.
    Amala quando ha senso
    o quando sembra non averlo nemmeno un pò.

    Amala nella piena felicità,
    o nella solitudine assoluta.
    Amala quando sei forte,
    o quando ti senti debole.
    Amala quando hai paura,
    o quando hai una montagna di coraggio.
    Amala non soltanto per i grandi piaceri
    e le enormi soddisfazioni;
    amala anche per le piccolissime gioie.

    Amala seppure non ti dà ciò che potrebbe,
    amala anche se non è come la vorresti.
    Amala ogni volta che nasci
    ed ogni volta che stai per morire.
    Ma non amare mai senza amore.

    Non vivere mai senza vita.

    di Madre Teresa di Calcutta
     
  2. FraBo
    FraBo Utente
    Registrato:
    14 Settembre 2007
    Messaggi:
    54
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    C'è solo rabbia...

    Personalmente sono incazzato parecchio per quest'ennesima tragedia che poteva essere benissimo se non evitata almeno contenuta nei danni e nelle vittime. I terremoti non si possono prevedere, sono eventi tanto catastrofici quanto difficili da monitorare, ma si conoscono benissimo le zone più sismiche del nostro territorio.

    La dorsale appenninica dell'Abruzzo è una delle zone maggiormente esposte al rischio terremoti e nonostante ciò si è riuscito a costruire edifici di cartapesta, addirittura con muri portanti realizzati con blocchi forati, calcestruzzo senza ghiaia, scarsissimo uso dei tondini rigati per i ferri delle armature...uno scempio edilizio che porta poi a tutto questo!!!
    Il terremoto in Abruzzo non è stato uno dei più potenti eppure ha provocato 250 vittime, è stato reso inagibile un ospedale nuovo di zecca!!! E' crollato un edificio pubblico come la casa dello studente!!!

    C'è solo tanta rabbia, per i colpevoli che sicuramente non sconteranno nessuna pena, per un modo di agire e pensare tutto italiano che ci fa considerare come gli zimbelli d'Europa, per la pretesa continua di non rispettare le norme...se fossero state rispettate le leggi sull'edilizia antisismica sicuramente la tragedia sarebbe stata di minore entità!!
    Perchè in una delle zone più sismiche del nostro territorio non si è pensato ad un piano di consolidamento dei centri storici? Non possiamo tacere su tali questioni e non possiamo solo appellarci a preghiere e alla clemenza divina...queste tragedie scaturiscono dalla superficialità, dalla noncuranza, dall'approssimazione dell'uomo!!!

    Rimane solo la rabbia, la consapevolezza che l'Italia continua ad autodistruggersi, il profondo cordoglio per chi ha perso tutto...
     

Condividi questa Pagina