Un disegno di legge per la tutela delle biodiversità pugliesi. “Un freno alla erosione di un patrimo

  1. Wtrotta
    Wtrotta Utente
    Registrato:
    28 Ottobre 2007
    Messaggi:
    1.800
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    martedì 19 ottobre 2010


    Approvato oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell'Assessore alle Risorse Agroalimentari Dario Stefano, il disegno di legge “Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario, forestale e zootecnico”. Si attiva così definitivamente l'iter necessario all'emanazione di un testo normativo che era già stato oggetto di attenzione della Giunta regionale nell'ultimo scorcio della precedente legislatura. Oggetto del ddl: la tutela della diversità biologica che, ormai è scientificamente dimostrato, è indispensabile per mantenere l'equilibrio degli ecosistemi e quindi i benefici apportati all'ambiente nel suo complesso.
    “Sono particolarmente soddisfatto – ha dichiarato l'assessore Stefano – di aver riattivato l'iter legislativo per un provvedimento di grande rilevanza strategica per la Puglia sul tema della agrobiodiversità: un patrimonio antichissimo di varietà coltivate, di specie forestali e di razze autoctone pugliesi che purtroppo negli ultimi anni sono minacciate di erosione genetica o addirittura a rischio estinzione”.
    Un patrimonio che riveste un notevole interesse dal punto di vista non solo ambientale, in quanto parte integrante dell'ecosistema agrario pugliese, ma anche culturale, legato alla storia e alle tradizioni alimentari, scientifico ed infine economico, poiché può diventare il punto di forza dello sviluppo dei territori rurali della regione.

    “L'approvazione definitiva della legge – ha concluso Stefàno – che certamente non sfuggirà agli obiettivi di questa Consiliatura, costituirà un baluardo importante contro la progressiva erosione della biodiversità e sarà uno strumento fondamentale per la loro ricostituzione”.