Video Problematiche Turismo - Pro Loco Torre Vado aspettando estate

  1. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.390
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Martedì 01 Giugno 2010 durante l'incontro dedicato a "Territorio: turismo conoscenza e sviluppo " del programma Aspettando l'estate dell'Associazione Pro Loco torre Vado si sono affrontate alcune problematiche del settore turismo (in specifico affitti case vacanze da parte dei privati), è intervenuto il direttore dell A.P.T. di Lecce, Il presidente della Pro Loco e alcuni consulenti del luogo.

    Vi proponiamo in video l'intero dibattito. In Questi giorni su questa discussione troverete anche alcuni appunti prettamente dedicati a case vacanze di privati seguiteci.

    [vimeo]12262047[/vimeo]
     
  2. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.390
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    qualche consiglio per gli affitti estivi con allegato fac simile di contratto

    normativa in materia di affitti e il fac simile di contrattro gentilmente offerti da (lo trovate anche in basso PDF da scaricare - Office .Doc):

    STUDIO QUARANTA ALESSANDRO
    Rag. Commercialista – Revisore dei Conti
    e Consulente del Lavoro
    73040 Morciano di Leuca – Via S. G. Bosco, 60
    Telefono e fax : 0833 743362
    e-mail: Alessandro_quaranta@fastwebnet.it
    e-mail: quaranta.alex@tiscali.it


    qualche consiglio per gli affitti estivi con allegato fac simile di contratto

    Versione Doc - Versione PDF


    Normativa di riferimento:
    • legge quadro sul turismo 17 maggio 1983, n. 217;
    • art. 1, comma 2, lett. c) Legge n. 431/1998 relativa alla locazione di immobili ad uso abitativo;
    • artt. 1571 e ss. codice civile.
    Premesse
    soprattutto durante il periodo estivo, molte famiglie sono solite affittare delle abitazioni lontane dai centri abitati, spesso in prossimità del mare o della montagna per trascorrere le vacanze.
    L’affitto (o locazione) di un appartamento “ad uso vacanze” non si differenzia molto rispetto al normale contratto di locazione “ad uso abitativo” ed è esposto alla stessa disciplina.
    Ciò che contraddistingue la locazione ad uso vacanza è:
    • la temporaneità dell’uso
    • la libertà nella fissazione del prezzo di affitto.
    Disciplina del contratto
    La Legge 17 maggio 1983, n. 217, che per la prima volta ha dato una definizione di “casa per vacanze”, prevede che la locazione di appartamenti ad uso vacanza:
    • dovrebbe avvenire in forma imprenditoriale (escludendo in linea di principio che il privato possa affittare la propria casa);
    • non dovrebbe superare il trimestre.
    Tutto ciò non preclude la possibilità che anche il privato dia in locazione il proprio appartamento o che la durata del contratto superi i 3 mesi previsti.


    Il locatore (ovvero la persona che da l’appartamento in affitto) può essere tanto il privato singolo, proprietario della casa, quanto, invece, un’agenzia turistica od un’impresa che gestisce un complesso immobiliare.


    In alcuni casi, alla locazione dell’immobile si accompagnano anche alcuni accessori e servizi (ad esempio: giardino, box o posto barca, oppure cambio biancheria, pulizia settimanale, pasti, ecc.) il cui utilizzo può o meno essere incluso nel canone d’’affitto.


    L’art. 1, comma 2, lett. c) Legge 431/1998 il quale definisce il contratto di locazione stagionale come “contratto di locazione transitoria per finalità turistica” prevede la forma scritta a pena di nullità.

    La durata del contratto è lasciata alla libertà contrattuale delle parti, ma devono comunque sussistere le esigenze abitative di svago e utilizzo nel tempo libero.

    Forma: Nel caso in cui la durata dell’affitto non supera i 30 giorni, può esserci o non esserci la forma scritta (meglio se c’è per avere chiarezza di diritti ed obblighi).


    Il contratto di locazione ad uso turistico deve specificare:
    • durata della locazione con data di arrivo e partenza, prezzo, condizioni di pagamento, eventuali cauzioni e penali;
    • le spese per luce, gas, telefono, acqua e quelle accessorie come la pulizia finale o il cambio della biancheria;
    • la descrizione dell’appartamento (numero delle stanze, la categoria, l’arredamento, l’uso o meno del box);
    • la posizione geografica, indicando la distanza dal mare o dal centro e se la zona è servita da mezzi pubblici o negozi.
    Caparra: al momento della prenotazione si versa di solito una caparra, di cui non è prevista per legge una percentuale fissa; può essere concordata liberamente fra le parti (generalmente si chiede un 30%, ma, può bastare anche un 10% ) o essere prevista dagli usi locali (Camere di Commercio).
    Il saldo può essere richiesto al momento del ritiro delle chiavi dell’appartamento.

    Elenco dotazioni: Una volta entrati in casa va controfirmato l’elenco delle dotazioni per la presa in consegna e, possibilmente, va fatta annotare la lettura dei contatori di luce, gas, acqua.

    Cauzione: non vi è nessun obbligo imposta dalla legge; viene però di norma richiesta dal proprietario, all’atto della consegna dell’immobile, in particolare per consumi di utenze: luce, gas, telefono e per eventuali danni che il conduttore dovesse procurare all’immobile o ai mobili in esso contenuti. Anche qui la misura della cauzione è lasciata alla libera contrattazione delle parti o agli usi locali (Camere di Commercio).
    L’eventuale cauzione viene restituita alla fine del contratto se non ci sono stati problemi.

    Comunicazione all’autorità locale di pubblica sicurezza: la Legge 29 marzo 2001, n. 135, all’art. 8, ha modificato l’articolo 109 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, pertanto il nuovo art. 109 del TULPS dispone:
    • che i gestori di esercizi alberghieri e di altre strutture ricettive, gli affittacamere, nonché i proprietari o gestori di case e di appartamenti per vacanze, ecc, possono dare alloggio esclusivamente a persone munite di documento di riconoscimento valido;
    • i soggetti di cui sopra, sono tenuti a consegnare ai cliente una scheda di dichiarazione delle generalità. Tale scheda, anche se compilata dal gestore (proprietario), deve essere sottoscritta dal cliente; inoltre, sono altresì tenuti a comunicare all’autorità locale di pubblica sicurezza le generalità delle persone alloggiate, mediante consegna di copia della scheda, entro le 24 ore successive al loro arrivo.
    Adempimenti fiscali: per quanto riguarda l’aspetto fiscale se ad affittare l’immobile (in genere ammobiliato), è una persona fisica, non è necessario aprile la partita Iva, in quanto si rientra nel contratto di locazione turistica.
    Se, oltre all’immobile vengono anche forniti dei servizi (pulizie, cambio biancheria, pasti, ecc.), la situazione cambia radicalmente, poiché ci troviamo di fronte a prestazioni tipiche di un’attività alberghiera, con i consequenziali obblighi ai fini Iva.
    I redditi conseguiti vanno dichiarati nel quadro RL (redditi occasionali) del modello Unico, se sono relativi a contratti di locazione stipulati per una durata non superiore ai trenta giorni con lo stesso inquilino. Per questo tipo di contratti non sussiste alcun obbligo di registrazione.
    Pertanto, i redditi relativi a più contratti di locazione, inferiori ai trenta giorni con locatari diversi, andranno sommati e indicati nel rigo RL 10. le spese inerenti la produzione del reddito (ad esempio l’intermediazione pagata all’agenzia immobiliare che ha procurato il cliente) potranno essere portate in deduzione, nel rigo RL 19.
    Per i contratti superiori ai trenta giorni, per i quali, invece, sussiste l’obbligo di registrazione, oltre al 2 per cento dell’imposta di registro sul canone pattuito, il relativo reddito andrà dichiarato tra i redditi di fabbricati, quadro (RB), con le regole tipiche che lo determinano.
    Un’ultima incombenza di natura fiscale, è l’apposizione di una marca da 1,29 euro sulle ricevute da rilasciare per l’affitto, se queste superano l’importo di 77,49 euro.




    CONTRATTO DI LOCAZIONE PER FINALITA’ TURISTICA
    Ai sensi dell’art. 1, comma 2, lettera c), Legge 9 dicembre 1998, n. 431
    Con la presente scrittura privata, redatta in duplice originale, il signor _________________________, nato a _______________ il __________ e residente in _____________________, via ___________________, nr. ____, codice fiscale _________________________, carta d’identità/patente auto nr. _______________, rilasciata dal _________________, il ___________, di seguito denominato locatore;
    concede in locazione
    al signor __________________________, nato a ___________________, il ____________, carta d’identità/patente auto nr. __________, rilasciata dal _____________ di ___________ il ___________ e residente in ________________________, via _____________________, codice fiscale _______________________ come certificato nel sopraindicato documento, di seguito denominato conduttore, l’immobile sito in _____________________, Via _____________________, composto da 2camere da letto, n. 1 cucina/soggiorno e servizi, interamente ammobiliato, ivi compreso frigorifero, lavatrice e dotato altresì dei seguenti elementi accessori: posto auto e di una terrazza. Il suddetto immobile è censito nel N.C.E.U. del Comune di ____________________ , foglio ______, num. _______, sub. 1.
    La locazione sarà regolata dalle seguenti pattuizioni:

    1) Il suddetto immobile è concesso in locazione esclusivamente per soddisfare esigenze transitorie, avendo il conduttore dichiarato di volerlo usare quale abitazione secondaria durante il periodo di villeggiatura estivo;
    2) La locazione avrà la durata dal __________ al ___________. Pertanto il presente contratto dovrà intendersi risolto improrogabilmente alla scadenza, senza necessità di disdetta.
    3) Nel suddetto immobile potranno soggiornare un numero massimo di persone ________, ivi compreso lo stesso conduttore.
    4) Il canone complessivo di locazione è determinato in euro _________ diconsi euro (___________________).
    5) Il conduttore avendo già versato in data ________nelle mani del locatore mediante ______________________la somma di euro _________ (euro _____________________) a titolo di caparra/acconto, versa a saldo la rimanente somma di euro ________________ (euro ________________) alla consegna dell’immobile nelle mani del locatore ricevente e quietanzante.
    6) il conduttore non potrà sublocare o dare in comodato, in tutto o in parte, lì immobile, pena la risoluzione di diritto del contratto.
    7) Il conduttoredichiara di aver visitato l’immobile di cui al presente contratto e di averlo trovato adatto all’uso convenuto e, così, di prenderlo in consegna ad ogni effetto con il ritiro delle chiavi, costituendosi da quel momento del medesimo custode. Il conduttore si impegna a riconsegnare l’immobile locato nello stato medesimo in cui l’ha ricevuto salvo il deperimento d’uso, pena il risarcimento del danno.
    8) Le spese relative ai consumi di energia elettrica, acqua, gas e pulizia pozzo nero, sono a totale carico del conduttore.
    9) Nel presente contratto non sono previsti i servizi accessori quali: pulizie, cambio biancheria, pasti, ecc.
    10) Il locatore ed il conduttore si autorizzano reciprocamente a comunicare a terzi i propri dati personali in relazione ad adempimenti connessi col rapporto di locazione ( decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196).
    11) Per quanto non previsto dal presente contratto le parti fanno esclusivo rinvio alle disposizioni del codice civile ed agli usi locali.
    Letto, approvato e sottoscritto

    _________________ li ____________
    Il Locatore Il Conduttore
     

    Files Allegati:

  3. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.390
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Documentazione aggiornata oggi 05/06/2010, ringraziamo per la grande disponibilità dello Studio Quaranta Alessandro.

    Saluti a presto Pantaleo
     
  4. Fernando
    Fernando Utente
    Registrato:
    30 Settembre 2007
    Messaggi:
    128
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Bravu lu Pantaleo........
    Messaggio chiaro.......
    nel video non si capisce niente......
     
  5. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    2.390
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Grazie Fernando,

    inserito anche l'allegato in office .doc

    a presto