LAPIDINI E TARGHE DEL CASALE di Ugento | TorreVado.info

LAPIDINI E TARGHE  DEL CASALE

Dopo alcuni mesi dalla inaugurazione del casale, che come detto sopra è avvenuta il 26 giugno del 1976, giorno di festa del Cuore Immacolato di MariaLapide di trani, in quello che è il semicerchio sovrastante il portale del lato est della chiesa, fu posta una lapide di pietra di Trani con la seguente epigrafe del R.P. Cristoforo De Donno (alias Padre Cristoforo uno dei frati che partecipò alla sistemazione):

SILENZIO SOLITUDINE
CIELO E MAREE VETUSTI CIPRESSI
A DIO
CANTANDO UNA SALMODIA INEFFABILE
UNENDOSI ALLA VITA DEI CONSACRATI
LUCI SILENTI AI LIMITI DEL MONDO
CUORI CHE ABBRACCIANO TUTTI
IN UN PALPITO SOLO UNIVERSALE

Dentro la casa religiosa poi, nella tromba della scala, sulla parete che la separa dalla stradetta, fu appesa una targa, di lamina placata in cornice di legno, con sopra incisa la seguente iscrizione:

A PERENNE RICORDO
DI ANTONIETTA MASSA COLOSSO
QUEST’EREMO LUOGO SACRO ALLA MADONNA
DA LEI DIRETTO E VENERATO
IL FIGLIO MASSIMO
RESTAURO’ RICOSTRUI’ AFFIDO’
AI FIGLI DEL POVERELLO UMBRO
PER RAVVIVARE IL FUOCO
DA SECOLI ASCOSO TRA I RUDERI
DELL’ANTICO COMPLESSO MONASTICO

Il prospetto frontale della chiesa  comprende la porta di ingresso principale per i fedeli ed un rosone anch’esso settecentesco,ma tra i due va segnalata la lapide in pietra contenente la scritta al passante:

O TU CHE PASSI PER QUESTO
SOLITARIO LUOGO
FERMATI
E NEL SILENZIO CHE TI CIRCONDA
GUARDA LA IMMENSITA’DELLO SPAZIO
CONTEMPLA LA GRANDEZZA DELLO SPIRITO
MEDITA SULLE VICENDE DELLA VITA
CHE IN QUESTA CHIESA TI CONFORTERAI PREGANDO

STRUTTURE   ANNESSE AL CASALE:

Oltre alla chiesa e al convento che costituiscono se possiamo dire il corpo del casale, nelle vicinanze di esso, sono presenti ancora due strutture di rilevante importanza religiosa, e che sono collocate rispettivamente una alle spalle del casale( e cioè l’ Edicola di San Giuseppe)l’altra a quasi cinquanta metri dalla entrata principale della chiesa ( e cioè la Croce Monumentale in ferro):
LA CROCE MONUMENTALE: Essa rappresenta il monumento simbolico del dolore della Madonna, che in tal caso è rappresentato appunto dalla croce che trafisse e fece sanguinare il cuore della madre per la morte straziante del figlio.L’idea simboleggiata nella suddetta croce è quella stesa racchiusa nelle parole che il santo vecchio Simeone rivolse a Maria:”Questi è posto a rovina e resurrezione di molti in Israele, e anche a te un giorno, una spada trafiggerà l’anima”.
Il bianco blocco di pietra con la croce che si incunea in esso e penetra, è il simbolo che esprime l’idea della passione, infatti il bianco blocco raffigura Maria,l’Immacolata; la croce simboleggia invece la spada che trafisse la sua anima, il color nero della croce rappresenta il dolore della Vergine “immenso e vasto come il mare”.
L’EDICOLA DI SAN GIUSEPPE : Essa si trova a pochi metri dal giardinetto tutto prugni dietro il convento.Un’edicola cadente, che sarebbe caduta  sicuramente, senza  il provvido intervento di un frate minore rinnovato devoto al  Santo, che si preoccupò di recuperarla.Egli  riprese dalle fondamenta  l’angolo cadente;rinsaldò tutte le pietre tra di loro con terra cemento e sabbia;riassettò il pavimento e costruì un gradino per accedervi comodamente;ripulì le pietre esterne della volta coprendola poi tutta di lastre di pietra;tagliò una Croce di pietra e la pose sul tetto;
Mise sul pavimento addossata al muro di fondo una colonna da pozzo artesiano,e su di questa infine vi collocò la statua di S. Giuseppe, il santo che nel vangelo non disse una parola, e che oggi come allora nella chiesa non fa chiasso, ma al contrario la profuma con la sua umiltà, e la custodisce con la sua protezione.
Ora sulla predetta colonnina,ai piedi del santo del Silenzio,si legge:
S.GIUSEPPE
DA QUESTA TUA DIMORA
ACCANTO AL CASALE
IMMERSA NELLA PACE SOAVE DEGLI ULIVI
BENEDICI E PROTEGGI
I LAVORATORI DEI CAMPI
GLI ABITANTI DELL’EREMO
TUTTA LA CHIESA
AMEN
Altre informazioni :

Il santuario è raggiungibile dal paese di Ugento percorrendo la strada che collega Ugento con la marina di Torre S.Giovanni, e svoltando a sinistra nel momento in cui si incontra la freccia gialla con la indicazione S.M del Casale che immette nella via che porta dirittamente al casale.
In questo santuario nei giorni festivi si celebrano due Messe:una al mattino sempre alle ore 10,l’altra al pomeriggio secondo il seguente schema:
-Periodo in cui vige l’orario solare(autunno-inverno)………ore 17
-Periodo in cui vige l’orario legale(primav-estate)………….ore 19
Nei giorni feriali invece si celebra sempre alle ore 7.20 al mattino, tuttavia se vi sono fedeli che desiderino partecipare alla messa in qualche giorno feriale si è disposti previa intesa con gli stessi a celebrare in altro orario.

I frati Minori rinnovati non accettano denaro a qualsiasi titolo venga loro offerto, ma accettano solo in elemosina per amore di Dio da chi si sente ispirato a farlo cose strettamente necessarie allo stato di vita povera da essi abbracciato.

NB: Le indicazioni sugli orari sono relative al giorno in cui è stata  terminata la rubrica del sito,pertanto è preferibile informarsi delle eventuali modifiche quando si visita l’eremo.

INNO ALLL MADONNA DEL CASALE

O Madonna dell’eremo del casale,          RIT: Santa  Maria, salve!
tu ci accogli con tenero affetto,                        prega per i figli tuoi
tu ci guidi a Gesù benedetto,                            effondi su di noi
nostro Dio e benigno Signor….                        l’alme del signor

Dagli affanni ed angustie del mondo
Dagli scandali atroci del male,
dall’insidie e dall’odio infernale
ci proteggi, o Regina del cielo….

O Maria, ritorni a fiorire
Questa terra di fiori olezzanti:
rifioriscan nel bene zelanti
degli uomini i fragili cuor…

Custodisci sereni e ferventi
Gli abitanti dell’Eremo Santo:
nel silenzio si elevi l’incanto
delle lodi che cantano a te….

Il tuo sguardo da questa chiesina
Ci accompagni per sempre, o Maria:
ameremo la croce, che avvvia
sulle orme di Cristo Gesù…

Attirati dal dolce tuo amore,
noi con fede a Te, madre divina,
torneremo su questa collina,
a temprarci in ogni virtù…

realizzato dall’amico Luca leggittimo che ringraziamo per l’impegno e la dedizione.

Ultima modifica:

Condividilo con i tuoi amici:


Articoli correlati


One Response to “LAPIDINI E TARGHE DEL CASALE di Ugento”

  • UGENTINO

    è UNA CHIESETTA BELLA…ANKE LA MADONA

E tu, cosa ne pensi?