Il litorale da Torre Vado a Torre dell\'Orso | TorreVado.info

Partendo da Torre Vado e risalendo la costa est del Salento dopo aver doppiato Capo Leuca, si trovano diverse località interessanti e ricche di fascino che potrebbero diventare la meta delle vostre vacanze.

San Gregorio

Torre Vado è una tranquilla località balneare dominata dall’omonima torre ed in cui c’è un delizioso porticciolo. Dal litorale si raggiunge il Lido delle Pescoluse, che è una della spiagge più grandi di tutta la Puglia, con la distesa di sabbia bianca sul mare limpido che si perde all’orizzonte. Da Torre S. Gregorio in cui si può ammirare lo splendido antico porticciolo scavato nella roccia e dirigendosi verso Santa Maria di Leuca dove la costa è particolarmente selvaggia e costituita da alte scogliere, si incontra la bella Grotta Treporte, dall’inconsueto ingresso formato da tre archi naturali, ed un insieme di altre grotte, alcune visitabili esclusivamente via mare ma tutte assolutamente imperdibili: Grotta delle Ossa, Grotta del Diavolo, Grotta del Talato, Grotta del Cerchio, Grotta del Fiume, Grotta del Presepe, per ricordarne solo alcune. Appena dopo la cittadina di Santa Maria di Leuca con il suo importante porto turistico il litorale prosegue con il panorama di alte scogliere. Anche qui tante grotte: Grotta Cazzafri, Grotta di Terradico, Grotta di Porrano ed altre ancora.

Dalla costa estremamente frastagliata di Gagliano del Capo ci si dirige verso nord, a Marina di Novaglie, dove le costiere a picco sul mare regalano splendidi anfratti a chi vi arriva per mare o per impervi sentieri via terra e dove si può visitare la bella Grotta del Ciolo, ed a Marina Serra, dove la costa si fa più dolce. Seguono Tricase Porto, la Grotta Verde, Marina di Andrano e Marina Marittima, e si raggiunge Castro, un grazioso paese di meno di 3000 abitanti rinomata meta turistica. Intorno a Castro in direzione di Torre Miggiano alcune delle grotte più belle della costa salentina tra le quali la Grotta della Zinzulusa e la Grotta Romanelli.

Santa Cesarea Terme appena pochi chilometri più a nord è famosa per le sue acque curative, ricche di minerali, iodio zolfo e ferro e per le calette che spuntano misteriose ed immacolate tra la scogliere. A Porto Badisco si può visitare una altra grotta famosa per le pitture rupestri che vi sono state trovate, la Grotta dei Cervi, e ci si può prendere un momento di relax in alcune calette veramente splendide di sabbia bianca e mare cristallino, semi nascoste tra le rocce. Per gli amanti delle grandi spiagge ecco Torre S. Emiliano con la sua grande baia di sabbia.

Da Punta Palascia, il punto più orientale d’Italia, passando per Orte e Torre del Serpe si giunge ad Otranto, il cui centro storico è famoso per suggestione e bellezza, ma che non manca di offrire ai visitatori anche splendidi tratti di mare come la caletta di Conca Specchiulla e la magnifica distesa di spiagge di sabbia bianca di Alimini. Passando per l’amena S. Andrea giungiamo infine al termine del nostro itinerario per la costa salentina a Torre dell’Orso, con il suo bel litorale di spiagge incastonate tra le scogliere e la folta pineta che finisce quasi a ridosso del mare.

Ultima modifica:

Condividilo con i tuoi amici:


Articoli correlati


E tu, cosa ne pensi?