Taviano | TorreVado.info

Taviano ha origini romane, ma la zona in cui sorge l’abitato, un comune di 12.000 abitanti confinante con Gallipoli, nell’entroterra della costa ionica del Salento, ha origini molto più antiche. Lo testimonia la presenza di numerosi reperti archeologici sparsi sul territorio, dolmen ma soprattutto specchie. Queste ultime sono cumuli di sassi sovrapposti di notevoli dimensioni, sovente situati in un tratto pianeggiante del territorio, la cui funzione ancora oggi è dibattuta tra chi li considera come antichissimi monumenti funerari e chi invece ne sottolinea la funzione difensiva: dall’alto delle specchie infatti in genere si può spaziare agevolmente sul territorio circostante.

 

Il paese è molto interessante da visitare soprattutto per la presenza di diverse case a corte, la tipica architettura urbana del Salento che qui si sviluppa però in una varietà di stili e forme che rendono il centro storico particolarmente pittoresco. Da notare il balcone presente sopra l’ingresso carraio delle case a corte, chiamato “mignano”, derivato dall’epoca romana questo particolare architettonico è uno dei tratti significativi e caratterizzanti le case a corte almeno quanto l’ampio cortile interno in cui si svolgeva la vita del nucleo famigliare.

taviano

Tra i monumenti religiosi la rinascimentale Chiesa Matrice dedicata a San Marino, protettore della città, e le seicentesche Chiesa dell’Addolorata e Chiesa dell’Immacolata e la Chiesa di Santa Lucia, di pregiata fattura barocca.

Una escursione nei dintorni darà la possibilità di ammirare, nel suggestivo panorama, le tipiche costruzioni rurali del Salento, i “caseddhi” che, come le pajare ed i trulli sono edifici realizzati come riparo e talvolta abitazione temporanea esclusivamente con l’uso di pietra a secco.

Ultima modifica:

Condividilo con i tuoi amici:


E tu, cosa ne pensi?