Nave affondata nel Salento - Torre Vado UFFICIALE

  1. antonello
    antonello Utente
    Registrato:
    11 Febbraio 2003
    Messaggi:
    84
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Il Comitato è per monitorare ed informare visto anche gli eccessivi allarmismi dei giornali e le pessime informazioni che si propagano più dello stesso gasolio.
    Per rassicurare i Turisti che il nostro mare è sempre splendido senza però adagiarsi .
    Un Monitoraggio , un controllo sugli effetti .
    Si faranno analisi dettagliate .
    Una cosa brutta ci ha unito per un intento comune , dovrebbe essere sempre così.
     
  2. giovanni
    giovanni Utente
    Registrato:
    15 Gennaio 2003
    Messaggi:
    43
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ciao a tutti bene sono contento che in tutto questo si stia lavorando ad una azione comune, costante osservazione del lavoro di recupero, consulenze di esperti e soprattutto informazione alla cittadinanza sia Per quanto riguarda gli aspetti di recupero e quindi un buon andamento di gestione e controllo ma soprattutto per ciò che riguarda la Salute della gente visto che dalle telefonate fatte ai miei parenti mi è stata riferita una forte puzza di gasolio su tutte le marine, spero che anche in questo il comitato di crisi riesca a dare risposte dettagliate, perchè ciò che importa prima di tutto è sempre la salute di noi cittadini, Auguro a tutti un buon lavoro.

    Da siena vi dico che sono contento del lavoro che tutti stanno svolgendo, si dovrebbe essere sempre così uniti ad un solo e unico fine il benessere di tutti.

    Ciao a tutti Giovanni
     
  3. iamfra
    iamfra Utente
    Registrato:
    29 Luglio 2006
    Messaggi:
    6
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Speriamo prosegua e finisca tutto bene. Certo non si finisce mai di creare casini in mare... a casa d'altri!

    Sono curioso di sapere se verranno accertate le responsabilità.

    Quello che più mi preme è che il mare del Salento non risenta di questa brutta vicenda. NON LO MERITA, siete d'accordo?

    Chissà come sarà finita la massa ferrosa tutta da un lato. E chissà perchè'sta benedetta nave era così vicina alla costa Jonica.

    Vorrei proprio vederci chiaro.

    Un in bocca al lupo a chi sta lavorando senza sosta per scongiurare il disastro ecologico. FORZA CHE CE LA FACCIAMO!
     
  4. SoulHuntress
    SoulHuntress Utente
    Registrato:
    6 Novembre 2005
    Messaggi:
    30
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    vorrei sapere anch'io se verranno accertate le responsabilità, anche se forse ora ci sono problemi più urgenti. E vorrei sapere se esistono leggi per limitare certi pericoli e se la nave era in regola, ovvero poteva navigare in quella zona e in quelle condizioni.
     
  5. iamfra
    iamfra Utente
    Registrato:
    29 Luglio 2006
    Messaggi:
    6
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Beh direi che in quella zona (a poche miglia dalla costa) e cin quel tipo di carico non avrebbe dovuto trovarsi lì. Giusto?
     
  6. Big John
    Big John Utente
    Registrato:
    20 Maggio 2006
    Messaggi:
    126
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Da una indiscrezione della capitaneria la dinamica dovrebbe essere la seguente:
    La nave era diretta ad Algeri quindi sarebbe dovuta passare lontanissima dalle nostre coste, probabilmente il carico si è sbilanciato, per cause in accertamento, al largo, quindi il capitano valutando la gravità della situazione ha deciso di avvicinarsi alla costa per tentare un arenaggio sulle secche di ugento, segnalate ovviamente sulle carte nautiche, procedura questa prevista dalle regole sulla navigazione.
    Giunto sul posto si è fortunatamente reso conto che il posto era intensamente popolato e turisticamente attivo ha deciso quindi di invertire la rotta e fermarsi ai primi scogli dove non vi erano bagnanti.

    Potrebbe non essere andata così, ma come ricostruzione mi sembra verosimile, chiaramente pur avendo il capitano agito in conformità con le regole in stato di emergenza, non scagiona nè lui nè l'armatore da eventuali responsabilità e su di loro ci sarà probabilmente la possibilità di rivalersi.
     
  7. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Quotidiano di Puglia - Lecce Sabato 30/06/2007 - Prima Pagina

    Scongiurato il rischio disastro - situazione sotto controllo..

    tutto sotto controllo:
    [​IMG]
    131,96KB

    Saluti Pantaleo
     
  8. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Sono appena tornato dalla riunione tenutasi nella sala consigliare del Comune di Morciano, si è creato un comitato di rappresentanti tra associazione ed operatori che tuttora stanno lavorando.

    riporto l'aggiornamento della Capitaneria di Porto.

    Aggiornamento 30 Giugno 2007 ore 00:20: 30giugno.pdf
    258,53KB

    Ciao
     
    Ultima modifica: 1 Ottobre 2019
  9. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    questi sono i membri del comitato di crisi a cui rivolgersi.

    .......

    Lo staff TorreVado.info si è messo a completa disposizione del Comitato per tenervi aggiornati.

    Saluti Pantaleo
     
  10. capodileuca
    capodileuca Utente
    Registrato:
    27 Dicembre 2002
    Messaggi:
    232
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Oggi spiagge affollate e mare pieno di bagnanti.

    I lavori sembrano andare avanti senza ripercussioni di sorta.
     
  11. giovanni
    giovanni Utente
    Registrato:
    15 Gennaio 2003
    Messaggi:
    43
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ciao a tutti sono felicissimo degli esiti positivi e dell'ottimo lavoro che si sta svolgendo per il recupero delle sostanze presenti nella nave,anche se sono un pò preoccupato sulla sorte del relitto che spero non venga lascita li a giacere,questo sicuramente non mi /ci farebbe piacere anche se la cosa più importante è che non ci siano state riprcussioni sul mare e le coste salentine.
    Sono felice perchè degli amici di Siena tornati proprio oggi dalla nostra splendida marina hanno dato un ottimo giudizio del territorio del mare e della gente accogliente.Da Morcianese emigrato non può far altro che piacere sentire parlare bene del nostro paese e del nostro mare sempre ricco di gioia e ospitalità.
    Grazie a tutti e ancora in bocca al lupo a tutti in particolare al gruppo di crisi e a pantaleo che ci tiene sempre informati della situazione tramite il sito: www.torrevado.info
    Ciao da Siena Giovanni[8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D]

    Buona abbronzatura e buon divertimento a tutti gli altri.....[8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D][8D]
     
    Ultima modifica di un moderatore: 5 Ottobre 2019
  12. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    questa sera dopo la riunione delle 20:00 altre notizie dal comitato di Crisi, per ora nulla da segnalare.

    Ciao
     
  13. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Aggiornamento dal Comitato Crisi:

    Il comitato si è riunito e domani una nostra delegazione incontrerà il Comandante Salerno della Capitaneria per avere rassicurazioni e chiarire nostri dubbi.
    La posizione attuale del comitato è quella di rassicurare tutti i turisti ed i residenti sulla celerità e l' impegno di tutti affinché si possa chiudere al più presto la vicenda.
    Ad oggi alle ore 18:30 sono state svuotate le stive per un totale di 19 tonnellate di nafta, sono stati rimossi barili di vernice e di solventi potenzialmente inquinante, sono stati rimossi i 500 kg di olio e restano solo 6 metri cubi di nafta che sono presenti in un compartimento stagno utilizzato come riserva di emergenza.
    PER QUANTO ATTIENE LE VOCI CHE CIRCOLANO E LE NOTIZIE DI CRONACA INVITIAMO TUTTI ALLA CALMA E IN CASO DI DUBBI CHIEDIAMO DI RIVOLGERSI AI MEMBRI DEL COMITATO DISPONIBILI A FORNIRE NOTIZIE.
    La situazione attuale è di assoluta fiducia e auspichiamo che tutti abbiano buon senso e ci aiutino nel nostro operato. Ricordiamo che solo il comitato di crisi ha in mano i comunicati ufficiali delle squadre d' emergenza e solo noi siamo al corrente della reale situazione. Tale situazione nonostante non sia del tutto rientrata è positivamente in via di risoluzione e invitiamo tutti a non dar credito alle voci incontrollate e tanto meno alla Tv che in queste ore sembra più propensa allo scoop che a descrivere le situazione reale.
    Comunque allo stato attuale (secondo il comunicato della Capitaneria) la costa non è stata interessata da nessun fenomeno inquinante e vi è comunque una squadra ad Hoc pronta ad intervenire per eventuali fuoriuscite di nafta affinché le stesse non interessino la costa.


    Domani in mattinata inserirò il comunicato della capitaneria.

    Saluti Pantaleo
     
  14. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Aggiornamento Nave Affondata - Capitaneria di Porto 01 Luglio 2007:

    Allegato: [​IMG] capitaneria-01-luglio.pdf
    256,4KB

    Saluti Pantaleo
     
  15. damnca
    damnca Utente
    Registrato:
    2 Luglio 2007
    Messaggi:
    7
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ciao Pantaleo, sono consapevole del fatto che ciò che è stato fatto fino a questo momento è veramente tanto, ma visto che le operazioni di recupero del carburante procedono bene, la domanda è d'obbligo:
    QUANDO TUTTO SARA' TERMINATO, CHE FINE FARA' IL RELITTO? RESTERA' LI'? ESSENDO MOLTO VICINO ALLA COSTA NON SARA' A SUA VOLTA "INQUINANTE"?
     
  16. crazy daimond
    crazy daimond Utente
    Registrato:
    3 Maggio 2007
    Messaggi:
    8
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ciao..purtroppo il relitto diverrà meta ambita della flora e della fauna marina. Non credo sarà possibile rimuoverlo per l'elevato costo delle operazioni e per le sue dimensioni. Per quanto riguarda un possibile inquinamento, è del tutto nullo se verranno ultimate le operazioni di recupero.Certo non è gratificante la presenza di un relitto vicino alla costa..credo quindi dovremmo abituarci. Si aggiungrà agli altri relitti presenti in loco. Ciao a tutti raga..riccardo
     
  17. J.Carter
    J.Carter Utente
    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    28
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    è stato istituito un comitato apposito per la condizione venutasi a creare con l'affondamento della nave. Penso che valuteranno con cura la situazione al fine di scegliere la strada migliore, per il mare, per i pescatori e per tutti in generale.

    Una volta bonificata la nave in qualità di relitto subacqueo, potrebbe diventare punto per le immersioni. Ma soprattutto apporterebbe un ripopolamento ittico. L'idea di un turismo che si avvicina a queste due realtà non è da sottovalutare. Tanto è vero che sia le piattaforme petrolifere che i relitti di navi vengono appositamente lasciati in acqua e in taluni casi fatti affondare di proposito, per le ragioni prima esposte.
    Bisogna considerare anche i costi per la rimozione di un relitto così grande, oltre che al fattore tecnico di fattibilità. Ne vale la pena?

    In ogni caso sarà il comitato crisi a guidarci in questa vicenda.
     
  18. Elios88
    Elios88 Utente
    Registrato:
    12 Settembre 2006
    Messaggi:
    2
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    sisi... i lavori procedono bene, molto bene, non vorrei fare "il guasta feste" ma mi sono giunte delle notizie veramente fastidiose che io stento ancora a credere...
    1)-l'altro giorno sono uscito e parlando con gente del possibile disastro ambientale, mi è stato detto.... "sicuro? il disastro deve ancora venire, con le batterie che ha la nave in stiva (+ di 50 e sono molto grandi), l'acido dovrebbe uscire fra più di una settimana"... questa persona che mi ha riferito lavora come sommozzatore e ne a fatti di questi lavori...
    2)-poi un'altra cosa... come sappiamo tutti o quasi, le navi hanno una assicurazione che paga in caso di danni effettuati all'ambiente(come in questo caso) vero?. sempre questa persona mi ha riferito che l'assicurazione non paga se non sono prima passate 15 ore dall'avaria, e allora vi pongo questa domanda. Ma nelle 15 ore prima che la nave affondasse, non si poteva fare nulla? neanche cercare di portare la nave su qualche secca ( canale delle furcate, sta vicino!) effettivamente NO! perchè i soldi son soldi...
    3)-Gira un'altra voce qui a Morciano... che la nave è stata fatta affondare, perchè era un rottame e la rottamazione costa come sappiamo...
    Io non accuso nessuno per carità, però io stesso non riuscirei a fare una cosa del genere al mare, anche per scrupolo di coscienza!
    Adesso vorrei sapere la vostra opinione, le cose che ho scritto sono vere.... e mi hanno aperto gli occhi... commentate pure, vorrei vedere se queste affermazioni sono fondate o no...
     
  19. damnca
    damnca Utente
    Registrato:
    2 Luglio 2007
    Messaggi:
    7
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Elios88 non so se quello che dici è vero o solo frutto di dicerie popolari, ma per quanto riguarda le batterie presenti sulla nave mi è sembrato di leggere che in parte sono state recuperate e che stanno provvedendo per il recupero delle altre. E poi un disastro ambientale non credo che sia nell'interesse di nessuno quindi... io sono fiducioso...
     
  20. crazy daimond
    crazy daimond Utente
    Registrato:
    3 Maggio 2007
    Messaggi:
    8
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ciao, leggi l'ultimo bollettino inserito da pantaleo..vedrai scritto sopra che le batterie contenute saranno rimosse appena possibile..le voci che girano a Morciano non hanno nessun seguito e invito tutti a cercare le informazioni solo e dico solo alle autorità competenti..
    La nave non era un rottame...purtroppo lo stivaggio della merce non era stato eseguito a norma. Ciao
     
  21. luisito80
    luisito80 Utente
    Registrato:
    3 Gennaio 2006
    Messaggi:
    15
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    In qualità di Membro del Comitato di crisi mi preme ribadire che ognuno di noi deve mantenere il proprio contegno quando esprime opinioni e soprattutto deve evitare di far circolare voci pretestuose.
    Ricordiamo a tutti che la situazione è COMPLETAMENTE sotto controllo e che da giorni delle squadre stanno lavorando 24 h su 24 h esclusivamente per noi. SIAMO NOI MORCIANESI CHE DANDOCI LA ZAPPA SUI PIEDI STIAMO COSTRUENDO INUTILI SITUAZIONI DI PANICO
    Passo ora a chiarire ora alcuni punti espressi da Elios sperando che lo stesso possa comprendere che è inutile sentire le voci di chi fa l'espoerto della situazione
    1) Secondo il comunicato della capitaneria pubblicato oggi sul forum, ieri 01/07 sono state rimosse parte delle batterie e la restante parte verrà rimossa quest'oggi. Il comitato aveva subito richiesto alla capitaneria la rimozione delle stesse il giorno della nostra costituzione
    Per quanto attiene i punti 1 e 2 ricordo a tutti che è in corso un'indagine da parte della Procura della repubblica sulle responsabilità e sulle eventuali colpe dell'equipaggio turco e di sicuro non vi sono scappatoie per perseguire eventuali azioni dolose.
    Inoltre voglio rassicurare tutti i Morcianesi che il fine principale del comitato non è solo risolvere l'impellente stato di crisi ambientale ma vogliamo che la situazione venga ristabilita alle condizioni precedenti all'affondamento.
    Continueremo a lavorare finchè il mare di Torre Vado non sia totalmente bonificato e per questo utilizzeremo tutti i mezzi a nostra disposizione e possiamo assicurare che chi di dovere dovrà rispondere dei danni causati all'immagine della nostra spendida marina
     
  22. Haldo80
    Haldo80 Utente
    Registrato:
    13 Settembre 2004
    Messaggi:
    6
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ma non bisognava evitare i "mi hanno detto" per evitare inutili allarmismi.
    Vivo lontano da casa e inizialmente leggendo il forum mi era sembrato ci trovassimo di fronte ad una situazione catastrofica senza nessuna via d'uscita e cosi mi sono attaccato al telefono contattando parenti e amici per chiedere se avrei rivisto il nostro bel mare. Fortunatamente mi hanno detto che molte delle cose che avevo letto non erano vere. Quindi credo sia meglio per tutti non riportare notizie che non vengano da fonti ufficiali.
    Il Problema delle batterie è gia in fase di risoluzione, infatti, un primo lotto e già stato recuperato e presto sarà recuperato anche il secondo (Ho chiesto ad un membro del comitato di crisi).
    Su ciò che si poteva fare e sul perchè non si è fatto di ipotesi c'è ne sono tante e credo che una volta terminate le operazioni di bonifica della nave saranno avviate delle indagini per stabilire l'esatta dinamica dell'incidente se non sono gia state avviate.
    Ciao e a presto
     
  23. damnca
    damnca Utente
    Registrato:
    2 Luglio 2007
    Messaggi:
    7
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ciao Pantaleo, visto che sei connesso hai novità?
     
  24. J.Carter
    J.Carter Utente
    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    28
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    La nave si è già deciso verrà rimossa?
     
  25. luisito80
    luisito80 Utente
    Registrato:
    3 Gennaio 2006
    Messaggi:
    15
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Il comitato ha come obiettivo primario proprio questo!!!
     
  26. charlie
    charlie Utente
    Registrato:
    28 Dicembre 2006
    Messaggi:
    20
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Con il sentito dire,o altro, si è creato un allarmismo non poco irrilevante,pertanto invito gentilmente tutti coloro che avessero notizie di corridoio errate,di non divulgarle.Cosi'affondiamo Torrevado e non la nave.Ben vengano le domande sulle procedure di smaltimento o quant'altro,ma per il resto fidatevi solo delle info di provenienza certa.Siamo tutti fiduciosi.[8D][8D][8D][8D][8D][8D]
     
  27. J.Carter
    J.Carter Utente
    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    28
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Quali sarebbero le motivazioni di questa scelta?
    Come scrivevo prima, non è possibile creare un sito per un turismo di subacquei e pescatori? Sempre rispettando il mare, quindi bonificando la nave. A me sembra più semplice e redditizio piuttosto che togliere dal mare una nave lunga 64,75m e larga 8,6m
     
  28. luisito80
    luisito80 Utente
    Registrato:
    3 Gennaio 2006
    Messaggi:
    15
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Poichè una nave del genere in fondo al mare continuerà ad essere un rottame per anni nonostante la grossa bonifica iniziale, cercheremo di fare il possibile per rimuovere la stessa. Ovviamente il comitato ora valuta tutte le strade percorribili e stiamo valutando la possibilità che il relitto diventi un'attrattiva turistica per i sub.
    Tuttavia prima di ogni valutazione vogliamo avere la certezza che la nave sia bonificata del tutto e che il nostro mare non rischi nulla.
     
  29. damnca
    damnca Utente
    Registrato:
    2 Luglio 2007
    Messaggi:
    7
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Per quanto riguarda il recupero delle batterie e del carburante, come procedono i lavori?
     
  30. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Quotidiano di Puglia - Martedi 3 Luglio 2007

    I Sub all'interno della nave affondata a Torre Vado

    Cargo Turco oggi l'ultima Bonifica

    Articolo Quotidiano:
    [​IMG]
    164,38KB

    Ciao
     
  31. damnca
    damnca Utente
    Registrato:
    2 Luglio 2007
    Messaggi:
    7
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Grazie, questo articolo ha risposto alle mie domande. :D:D:D
     
  32. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Proposta Diving Service - Torre Vado

    Saluti Pantaleo
     
  33. dylan_dog
    dylan_dog Utente
    Registrato:
    23 Maggio 2007
    Messaggi:
    21
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    salve a tutti,
    ora dalla paura per un disastro ambientale si è passati subito, poi dicono che non è vero che in italia siamo pronti a tutto per guadagnare denaro, ad un investimento economico su questo relitto.
    e la salute dei nostri figli (se non ci interessa della nostra?
    anche bonificata la nave, resta il fatto che nessuno di noi è in grado di garantire la sicurezza che in futuro non molto lontano questo pezzo di ferro di poco più di 65 metri si trasformi in unn rischio per la salute pubblica.
    chi ha il coraggio di sottoscrivere che la nave è stata costruita con materiale non dannoso anzichè con componenti cancerogeni?
    nessuno lo farà mai perchè non lo sanno e soprattutto anche se lo sanno, come succede sempre in questo paese, non lo diranno mai!!!
    pertanto chi ha l'autorità di fare qualcosa e obbligato nei confronti dalla popolazione salentina tutta, di togliere quel rottame dai nostri splendidi fondali.
    io personalmente vedo solo gente pronta ad approfittare, in ogni occasione, e a speculare su ogni situazione che sia giusta o sbagliata senza pensare mai al bene comune.
    potete benissimo continuare a lavorare come state facendo!!!
     
  34. acquario
    acquario Utente
    Registrato:
    4 Luglio 2007
    Messaggi:
    1
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    La balneazione sulla spiaggia di S Gregorio di Patu è interdetta? Chi può informarci della pericolosità eventuale di far il bagno lì. Grazie acquario
     
  35. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Non c'è nessun divieto di balneazione, esiste solo un'ordinanza dall' inizio dei lavori che vieta il transito delle barche e la pesca su un distanza di 1000 metri intorno al relitto, le coste non sono interessate da questa ordinanza.

    Fonte: Comitato Crisi Morciano DI Leuca

    Ciao
     
  36. J.Carter
    J.Carter Utente
    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    28
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Prima di scrivere ti pregherei di informarti. sarebbe stato molto più cortese se tu avessi esposto i tuoi dubbi, invece di fare delle accuse gratuite. Ora tornando alla questione del relitto, ti espongo di seguito un breve sunto di quello che é stato realizzato dalla assocciazione Paguro.

    Il "Paguro" era una piattoforma petrolifera che nel 1965 a causa di un'esplosione si è inabissata. Con gli anni il sito dove ancora oggi è affondato è divenuto riserva biologica!!!!! Tra i vari enti figura
    "Legambiente"...
    Maggiori dettagli potrai trovarli sul loro sito http://www.relittopaguro.org/biologia.htm (link autorizzato)
     
  37. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Dal LeccePrima quotidiano Online del Salento


    Ciao
     
  38. Big John
    Big John Utente
    Registrato:
    20 Maggio 2006
    Messaggi:
    126
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    PRECISAZIONE
    Se per "i vari enti" ti riferisci agli enti che fanno parte del comitato, preciso a nome del circolo "Capo di Leuca", che sulla questione non ci siamo pronunciati e a dire il vero, mi sembra che neanche il comitato lo abbia fatto. Nell'ultima seduta abbiamo solo preso atto della posizione, evidenziata con una lettera, del titolare del Diving service di Torre Vado.
     
  39. dylan_dog
    dylan_dog Utente
    Registrato:
    23 Maggio 2007
    Messaggi:
    21
    Mi Piace Ricevuti:
    0

    caro carter è normale che accuso, il primo pensiero, come al solito, è quello di speculare sull'accaduto.
    poi io sono uno dei tanti che non ha dubbi, quel relitto deve, e dico deve, essere tolto.
    ancora, per quanti anni la gente del posto non ha avuto a disposione spiaggie, litorali e fondali puliti??? e soprattutto, quello che mi preme di più sapere, quante persone si sono ammalate e hanno perso la vita a causa dell'inabissarsi della piattaforma?????? chi ha sulla coscienza quelle vite come al solito e solo gente che ci ha guadagnato!!!
    un motivo ci sarà se la natura ha dotato il mare di pesci, scogli, sabbia e quant'altro e non di ferro, gasolio,ecc....
    pertanto invece di guardare il relitto con i soldi davanti agli occhi, togliamo di mezzo quella ferraia e basta!!!
    è meglio attivarsi adesso visto che ci sono i mezzi venuti da tutta italia prima che questi spariscano e far passare decenni o che qualcuno si ammali per poi dire(uso comune nel nostro paese)"se solo si fosse internìvenuti prima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
     
  40. J.Carter
    J.Carter Utente
    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    28
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    La bonifica ha come intento quello di salvaguardare il mare (flora e fauna), e noi citadini.
    credi che "legambiente" e i vari centri di ricerca sarebbero rimasti a guardare quando la salute dei cittadini si fosse mostrata in pericolo??? E gli stessi cittadini?
    Sei proprio sicuro che il mare non contenga ferro,gasolio ecc.??? rimarresti sorpreso nello scoprire che il mare contiene, di sua natura, molto più ferro e altri metalli di quanto tu non possa immaginare...
    Non ci guadagnerei nulla nel vedere quel relitto adibito a riserva biologica nelle nostre acque, anzi ne sarei felice...


    PS sono uno studente, nè sub nè pescatore, tantomeno ristoratore...vedi tu cosa potrei guadagnarci... sinceramente fa più schifo vedere galleggiare di tutto nelle nostre acque...
     
  41. dylan_dog
    dylan_dog Utente
    Registrato:
    23 Maggio 2007
    Messaggi:
    21
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    sul fatto che si veda galleggiare di tutto hai ragione!
    per quanto riguarda il contenuto di ferro e metalli in mare lo sanno tutti che ne contiene di diversi tipi e maniere sotto formaliquida gassosa ecc...., ma un conto che ci sia per salvaguardare l'ecosistema(già precario) e gli equilibri tra flora e fauna, un conto che c'è lo mettiamo noi. quello si chiama inquinamento!!!
     
  42. damnca
    damnca Utente
    Registrato:
    2 Luglio 2007
    Messaggi:
    7
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    J.Carter e dylan_dog. Secondo me avete ragione entrambi perchè come sempre in ogni cosa ci sono i pro è i contro. L'unica cosa che mi lascia seriamente perplesso è la vicinaza alla costa... Da ignorante in materia la prima cosa che mi viene in mente è la ruggine... gli altri relitti sono così vicini alle coste? Lo ribadisco sono ignorante in materia ma credo di non esse l'unico e quindi credo che come me molte persone in quel relitto ci vedano solo ferro, ferro e ferro. Sono molto confuso. Forse ha ragione J.Carter e dovremmo sfruttare la parte migliore di questa situazione che si è creata nostro malgrado, ma quanti anni dovranno passare prima che quel relitto diventi un'attrazione? Quanto tempo passerà prima che quel relitto smetta di essere solo ferro? La mia non vuole essere una provocazione ma solo una preoccupazione da ignorante...
     
  43. Tribe
    Tribe Utente
    Registrato:
    28 Giugno 2007
    Messaggi:
    2
    Mi Piace Ricevuti:
    0
  44. Pantaleo
    Pantaleo TorreVado.info Staff
    Registrato:
    28 Luglio 2003
    Messaggi:
    1.488
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Sul forum è stata inserita una petizione per lasciare la Nave dove sta dopo gli opportuni controlli e messa in sicurezza.
    Tale iniziativa è promossa dalla Diving Service di Torre Vado

    Potete trovarla su questo link:

    Petizione Relitto Affondato - Diving Service

    Saluti Pantaleo
     
    Ultima modifica di un moderatore: 18 Giugno 2016
  45. Big John
    Big John Utente
    Registrato:
    20 Maggio 2006
    Messaggi:
    126
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Il comitato aveva previsto di costituirsi parte civile in una eventuale azione legale risarcitoria contro l'armatore, inoltre ribadisco, non si era ancora pronunciato sulla proposta del "Diving Service".
    L'accelerazione imposta dalla petizione, indebolisce notevolmente sia la richiesta di danni che la pressione sulle istituzioni per la rimozione del relitto.
    L'esempio sopra prodotto, della piattaforma "paguro", differisce enormemente dalla nostra vicenda almeno per due motivi secondo me importanti:
    1) la piattaforma si trovava al largo e non a 500m dalla riva
    2) la decisione di renderla zona protetta di ripopolamento e di escursioni subacquee è avvenuta 31 anni dopo l'affondamento.
    In effetti questo lungo periodo intercorso, giustifica l'unanimità di giudizio delle varie parti tra cui Legambiente Emilia Romagna.
    Non ho ancora notizie dell'esito delle analisi delle acque effettuato dall'ARPA, fino ad allora non credo che alcuno possa dichiarare ufficialmente che il pericolo inquinamento sia definitivamente rientrato.
    In quanto alla pericolosità dovuto alla vicinanza credo sia giustificato, se si pensa che al punto di affondamento ci si può arrivare anche a nuoto per poi magari in apnea e senza brevetti immergersi ed arrivare al relitto.
    Credo che al punto in cui siamo oggi, firmare la petizione proposta sia inopportuno, il salento è pieno di bellezze NATURALI magari da valorizzare, se poi per forza maggiore ce lo dovessimo proprio tenere laggiù ci penseremo in quel momento su come trarne vantaggio anche da questa che rimane oggettivamente una sventura.