Pizzica: u rusciu tu mare

Canto passionale gallipolino, narra di un amore impossibile, impedito, in un periodo in cui le differenze di classe erano molto vive, tanto che l'autore le paragona al conflitto tra turchi e spagnoli, storici invasori della nostra terra.

Na sira ieu passai te li patuli,
e 'ntisi le cranocchiule cantare.
A una una ieu le sintia cantare,
ca me pariane u rusciu te lu mare.
U rusciu te lu mare e mutu forte,
la fija te lu re se ta alla morte.
Iddha se ta alla morte e ieu alla vita,
la fija te lu re sta se 'marita.
Iddha sta ssè 'marita e ieu me 'nzuru,
la fija te lu re me ta nu fiuru.
Iddha me ta nu fiuru e ieu na parma,
la fija te lu re sta ba alla Spagna.
Iddha sta bbà alla Spagna e ieu n'Turchia,
la fija te lu re la zzita mia.
E vola vola vola, colomba, vola,
e vola vola vola, colomba mia....
....ca ieu lu core meu te l'aggiu ddare
E vola vola vola, colomba, vola,
e vola vola vola colomba mia....
....ca iue lu core meu, te l'aggiu datu.

Cerca alloggio
(Ricerca Avanzata)
Cod. o Nome Alloggio
meteo
Torna su