Pizzica: Sale

Sale, vulia mangiare cent'anni sale
pe 'na donna ca me disse su dissapitu
La mamma de la fia na bbona donna
cent' anni me paria la chiamu mamma
Ne l'aggiu dittu alla mamma e nu bole
ca me dumanni a mie ce t'aggiu fare
T' ha fattu li capiddi de Sant' Anna
lu nome te lu mise la Madonna
Fammene bedda mia fammene tante
ca una fazzu ieu vale pe tutte
mannaggia la ricchezza e ci la tene
ca pe la ricchezza bbandunai l'amore
Comu ole bbascia bbegna la furtuna
basta ca nu ne sona la campana.
Menai le razze e lu cielu tuccai
ma pijare le stelle nu potei
Pensa, disse lu sule, mò ce ffai
nu 'sai ca brusciane li raggi mei
Vitti e nu vitti ahimé, pacciu restai
vitti lu cielu pintu e poi no 'cchiui
Traduzione
Sale, vorrei mangiare cent’ anni sale
per una donna che mi disse insipido
La mamma della ragazza, una “buona donna”
cent’anni passerebbero prima di chiamarla mamma
Ho già parlato con mia madre e non vuole
che lo chiedi a me, che ti devo fare ?!
Ti sei fatto i capelli come Sant’ Anna
il nome te lo mise la madonna
Fammene bella mia fammene tante
che una faccio io vale per tutte
“mannaggia” la ricchezza e chi ce l’ha
che per la ricchezza abbandonai l’amore
come vuole andare e venire la fortuna
basta che non mi suona la campana
Alzai le braccia e il cielo toccai
ma pigliare le stelle non potei
Pensa, disse il sole, ora che fai
non sai che bruciano i raggi miei
Vidi e non vidi ahimé, pazzo restai
vidi il cielo dipinto e poi niente più

Cerca alloggio
(Ricerca Avanzata)
Cod. o Nome Alloggio
meteo
Torna su