Pizzica: e lu sule calau

E lu sule calau calau
mena patrunu ca me ne vau
E ci nu me ne porti
me settu an terra e fuzzu carotti
E li fazzu funni e larghi
quannu passi cu ste stampagni
E li fazzu larghi e funni
quannu passi cu te scunfunni
E lu sule calau li munti
mena patrunu facimu li cunti
E lu sule calau li risi
mena patrunu tamme turnisi
E lu sule calau le tende
allu patrunu lu muccu li pende
E ci te pende a fare
pe ddri to sordi ca na dare.
 


Traduzione


e il sole calò
sbrigati padrone che io me ne vado
E se via non mi porti
mi siedo a terra e scavo buche
e li scavo profondi e larghi
affinchè quando passi cadi rovinosamente
e li faccio larghi e profondi
affinchè quando passi cadi in fondo
e il sole calò (dietro) i monti
sbrigati padrone facciamo i conti
e il sole calò i raggi
sbrigati padrone dammi i soldi
e il sole calò le tende
al padrone il mocco gli pende
e che gli pende a fare
per quei due soli che ci deve dare

Cerca alloggio
(Ricerca Avanzata)
Cod. o Nome Alloggio
meteo
Torna su