Storia del Salento: i greci e le colonie - Guida del Salento parte IV | TorreVado.info

Le ondate ripetute di popolazioni greche che si stanzieranno nel Salento saranno numerose per tutto il corso dell’epoca antica, dai Cretesi, primi dominatori incontrastati del Mediterraneo orientale, fino a Bizantini, la storia del Salento è strettamente legata a quella della lontana Grecia.

Le ondate di migrazioni da oriente erano causate da una serie di motivi: da un lato le civiltà greche che erano in piena espansione commerciale ed imperialistica, e che tendevano a fondare colonie su tutta l’area costiera mediterranea per avere una base sicura per i loro traffici; dall’altro lato sovente lo spostamento di popolazioni greche verso l’Italia Meridionale, Sicilia, Calabria e Puglia in particolare, sarà dovuta a situazioni di instabilità sociale e politica interna, oppure per la minaccia di invasioni da parte di popolazioni barbariche provenienti dal nord dei Balcani e volte a dilagar in Grecia.

Anzi, in alcuni periodi, la Magna Grecia, così verrà chiamato l’insieme degli insediamenti greci in Italia, diventerà più potente e culturalmente avanzata rispetto alla madre patria.

In Salento i greci fonderanno moltissime città, e molte ancora oggi conservano nel loro nome, il ricordo dell’antica origine: Gallipoli, per esempio, che deriva il suo nome dal greco “kale polis” che vuol dire “città bella”, o ancora Santa Mara di Leuca, dove “Leuca” è una derivazione dal greco “lefkos” che significa “bianco”.

notte_leuca_porto

Famosissima colonia greca era anche Taranto, Taras o Tarentum, come era denominata al tempo dei romani, la cui fondazione si narra esser stata opera di coloni greci provenienti da Sparta. Taranto sarà una delle colonie greche più importanti e fiorenti dell’area pugliese e di tutta la Magna Grecia in generale, e le sue mire espansionistiche nell’entroterra causeranno non pochi attriti con le popolazioni italiche insediatesi in Salento, in particolare la civiltà messapica.

La fortuna di Taranto, come del resto delle colonie greche, terminerà con il sopraggiungere dei Romani, che proprio in territorio salentino ingaggeranno una delle più terribili guerre della loro epoca repubblicana contro le mire espansionistiche di Cartagine.

Ancora oggi, una minoranza di lingua greca è presente in Salento, parlata da circa 30.000 persone su un territorio di una decina di comuni racchiusi nella denominazione di Grecia Salentina. Gli storici però sono convinti che tale presenza non si possa fa risalire all’epoca delle colonie greche quanto piuttosto a successive migrazioni di popolazioni di origine greca durante il medioevo.

Ultima modifica:

Condividilo con i tuoi amici:


E tu, cosa ne pensi?